La Subaru Impreza 555 in chiave moderna: l’ambizioso progetto Best Impreza

I tecnici della Best stanno realizzando, nella loro factory, una serie numerata di Subaru Impreza 555 Gruppo A da rally

best impreza subaru

È stata l’edizione 2021 del Rallylegend a San Marino, l’evento più seguito in tutta Europa nel mondo dei rally
storici, a fare da cornice alla presentazione ufficiale del progetto Best Impreza alla presenza di numerosi
appassionati, piloti e tecnici.

Piero Liatti, per alcune stagioni pilota ufficiale Subaru e vincitore del Rally di Monte Carlo 1997, assieme a Carlo Boroli, che era in gara al Rallylegend al volante di una Impreza 555 Gruppo A ex Colin McRae, hanno presentato il progetto partito alcuni mesi fa e che sta per vedere la luce. I tecnici della Best stanno realizzando, nella loro factory, una serie numerata di Subaru Impreza 555 Gruppo A da rally.

Non si tratta di repliche ma, di “Continuation Cars” ovvero sono auto ricostruite seguendo fedelmente i canoni
e le caratteristiche originarie, migliorandole dove la tecnologia lo rende possibile, ovviamente rispettando il
regolamento FIA. Una grande parte del lavoro per realizzare un’auto da corsa come questa è la ricerca attenta dei particolari e la cura dei dettagli rispetto alle specifiche delle vetture che hanno corso nel campionato del mondo, europeo e italiano negli anni ’90. Durante i quattro giorni del 19esimo Rallylegend appassionati ed addetti ai lavori hanno potuto ammirare da vicino la Best Impreza numero 1 che è attualmente in una fase avanzata del suo allestimento e tutte le parti che compongono la vettura, rigorosamente numerate, dal motore alla trasmissione alle sospensioni fino all’intero impianto elettrico.

Simbolicamente la targa dell’auto riportava la sigla L555CBA, dove CBA indica “Continuation Best A”, ovvero la prima della serie. Un progetto, quello denominato Best Impreza ed illustrato a Rallylegend, nato circa due anni fa e che ora sta arrivando a compimento. La prima Subaru Impreza 555 verrà completata nei prossimi giorni, poi toccherà a Piero Liatti effettuare i test iniziali e scegliere le regolazioni appropriate per la vettura.