Il Rally Città di Modena si presenta: ecco la Finale Nazionale CRZ

Mancano pochi giorni alla Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021

rally città modena

È stato presentato giovedì 14 ottobre, nella prestigiosa cornice del Museo Ferrari a Maranello, il 41° Rally Città di Modena, gara valevole come Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021. A fare gli onori di casa il presidente dell’Automobile Club e di Aci Sport Vincenzo Credi, assieme al vice presidente della Commissione sportiva Aci Modena Riccardo Bedoni, il responsabile dei Musei Ferrari Michele Pignatti Morano e i sindaci dei comuni interessati assieme ai partner dell’evento.

“È un momento di grande gioia e soddisfazione poter essere qui a parlare di sport, in attesa di assistere a un grande evento nazionale nella Terra dei Motori – ha sottolineato Vincenzo Credi -. La mia squadra, assieme alla Federazione, ha lavorato sodo in questi mesi per offrire la migliore accoglienza ai piloti, team, giornalisti, addetti ai lavori che verranno tra qualche giorno nella provincia modenese. Un impegno importante per rendere onore a una corsa dalla lunga tradizione che proprio l’anno prossimo festeggerà i suoi 50 anni dalla prima edizione. Questo vuole essere anche una promessa non troppo velata e un appuntamento per ritrovarci anche in futuro per continuare a onorare l’impegno.  Tra poco però ci metteremo da parte e lasceremo parlare le gesta sportive dei migliori piloti che si sono distinti durante una lunga stagione di gare. In bocca al lupo ai futuri campioni: divertitevi”.

La gara, sotto l’egida della Federazione, è organizzata dall’Automobile Club Modena con il supporto logistico della Scuderia Automobilistica San Michele di Bedonia (Pr). Doveroso ricordare anche tutti i validi collaboratori che hanno lavorato assiduamente sul territorio a stretto contatto con le istituzioni locali e i tutti i comuni attraversati che hanno dimostrato sensibilità e passione, quali: Castelvetro, Formigine, Maranello, Marano sul Panaro, Modena, Polinago, Prignano sulla Secchia e Serramazzoni.

La competizione si svolgerà nel weekend del 29-31 ottobre con partenza e arrivo proprio da Maranello, dove sono attesi i migliori equipaggi e team che si sono distinti durante la stagione sportiva. Dalla fine di febbraio con il Rally dei Laghi a Varese, fino al 10 di ottobre con la conclusione dei “gironi” al Rally Due Valli di Verona, si sono regolarmente dispute 44 gare suddivise in 9 zone geografiche della Penisola. In totale hanno preso il via ben 4031 equipaggi e tra questi oltre 180 saranno presenti a giocarsi la vittoria assoluta e quella delle varie classi.

Le iscrizioni chiuderanno il 20 ottobre, ma già la settimana prima le richieste hanno superato abbondantemente il limite stabilito dal regolamento di circa 200 equipaggi. Ci saranno innanzitutto i vincitori di tutte le nove zone regionali, nell’ordine: Chentre, Spataro, Bottoni, Bravi, Dalmazzini, Gasperetti, Tribuzio e con molta probabilità anche Lombardo e Diomedi dalle isole. Attenzione poi ad altri validissimi avversari che si sono distinti nella “fase a gironi” come Caffoni, Pinzano, Pederzani, Profeta, Vellanigiusto per ricordarne qualcuno tra le tante R5 al via, dove spicca anche una delle tante presenze in rosa come Sara Micheletti. E questi sono solo alcuni dei piloti con le vetture da assoluto ma altrettanto entusiasmante sarà la lotta per le classi e tra i giovanissimi Under 25. Assieme ai vincitori di zona che si sfideranno in “campo neutro”, si giocheranno la vittoria anche i migliori interpreti di sette trofeiche hanno scelto questo rally per decretare i migliori: Michelin, N5, Peugeot, Pirelli, R-Trophy, Suzuki e Toyota.

Venerdì 29 ottobre giornata di ricognizioni e verifiche tecnico-sportive a Maranello. Nella mattinata di sabato 30 si accenderanno i motori per lo shakedown a Levizzano Rangone, 2,9 chilometri per testare le vetture prima del via. Poi la partenza ufficiale alle ore 16.01 dal parco assistenza di Ubersetto, un rapido passaggio sul palco posizionato in piazza Libertà a Maranello e via per la prima prova speciale di Barighelli. Si arriverà così ai primi risultati per poi accedere al riordino notturno con le vetture ben allineate con onore davanti al Museo Ferrari. Domenica 31, dopo aver dormito un’ora in più per il ritorno all’ora solare, il via della giornata decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell’ordine: Ospitaletto (11,98 km),ancora Barighelli (10,57 km)e San Pellegrinetto (10,44 km). In totale sono 328 chilometri di gara di cui 76,5 chilometri cronometrati (23,31%). 

Il quartier generale durante i giorni della manifestazione sarà presso il Comune di Maranello, mentre il parco assistenza che accoglierà i mezzi di assistenza e i motorhome dei team di tutti gli equipaggi è previsto a Ubersetto. Due i riordini, quello notturno di sabato sera a Maranello antistante al Museo Ferrari, mentre a metà della giornata di domenica sosteranno a Serramazzoni.

Con una situazione sanitaria ancora in evoluzione, il protocollo della Federazione limita l’affluenza del pubblico in molte zone “protette”, a partire dal parco assistenza, ai riordini e nei punti chiave del percorso. Gli appassionati non si devono però scoraggiare perché Aci Modena assieme a Aci Sport hanno messo a punto una copertura Web, Social, TV nazionale e locale. Ore e ore di diretta dal palco partenza e arrivo, sulle prove speciali e al riordino per vivere in tempo reale le sfide con il cronometro e la spettacolarità della specialità.