Toyota Gazoo Racing presenta la line-up per la Dakar 2022: e annuncia il nuovo Hilux T1+

A guidare gli equipaggi sarà ancora una volta lo specialista Nasser Al-Attiyah

Toyota Dakar Al-Attiyah

Toyota Hilux Gazoo Racing

Toyota Gazoo Racing ha ufficializzato gli equipaggi con cui prenderà parte alla prossima Dakar, una line-up di quattro equipaggi, sarà al via con la casa nipponica in Arabia Saudita. Come nel 2021, il team ufficiale sarà guidato da Nasser Al-Attiyah e il navigatore Mathieu Baumel; Giniel de Villiers sarà affiancato da Dennis Murphy; Henk Lategan e Brett Cummings torneranno per la loro seconda Dakar; e Shameer Variawa sarà navigato da Danie Stassen. Toyota schiererà anche una nuovissima GR DKR Hilux T1+, conforme ai nuovi regolamenti per la categoria T1. L’auto prototipo, con finitura temporanea in fibra di carbonio, è attualmente in fase di test in vista della presentazione ufficiale. Basandosi sull’esperienza della Dakar 2021, il team continuerà a schierare un mix di specialisti dei rally raid, come Nasser e Giniel, inserendo Henk come emergente. Shameer punterà a migliorare la sua 21esima posizione dello scorso anno.

Da quando sono arrivati ​​secondi all’edizione 2021 della gara, i vincitori del 2019 Nasser (Qatar) e Mathieu (Francia) hanno vinto il Rally dell’Andalusia; così come la Baja Spain Aragon. La coppia, che ha vinto la Coppa del Mondo FIA per i Cross-Country Rally per tre volte consecutive, punterà ad aggiungere una quarta vittoria alla Dakar al proprio curriculum.

Giniel e Dennis, entrambi sudafricani, hanno gareggiato con successo nel South African Cross – Country Series (SACCS), che funge anche da banco di prova per lo sviluppo della Toyota Dakar Hilux. Erano in testa nella corsa al titolo dopo tre dei sette round che compongono la serie.

Dopo l’incidente durante la tappa 5 della Dakar 2021 che li costrinse al ritiro dopo aver registrato tempi molto competitivi nelle tappe 3 e 4, i sudafricani Henk e Brett sono sicuramente desiderosi di mostrare il loro potenziale mettendosi in gioco con gli equipaggi più esperti. Il debutto di Henk alla Dakar ha attirato l’attenzione globale e il giovane pilota di Johannesburg, che ha vinto più volte il titolo SACCS, cercherà di sfruttare in modo significativo l’esperienza.

Infine, Shameer e Danie, anche loro sudafricani, completeranno la line-up. Shameer, che è il pilota con più titoli in Sud Africa, ha terminato la sua prima Dakar nel 2021, ma adesso ci sarà il debuttante Danie al suo fianco. I due corrono insieme nel SACCS, quindi dovrebbero trovare facilmente il feeling in macchina.

Seguendo la filosofia di Toyota Gazoo Racing di “creare auto sempre migliori”, il team ha continuato a perfezionare l’Hilux e l’ultima evoluzione guiderà la campagna del team Dakar. Per il 2022, la squadra sta sviluppando una nuova versione della Toyota Dakar Hilux, basata sulle ultime regole e la nuova Toyota GR DKR Hilux T1+, condividerà i componenti con l’Hilux già collaudato e introdotto per la prima volta nel 2018 e vittorioso nel 2019, ma presenterà una serie di miglioramenti tra cui un passo più lungo, pneumatici da 37 pollici invece che da 32 pollici e un battistrada che passa da 245 millimetri a 320 millimetri. La nuova vettura ha anche una maggiore escursione delle sospensioni con il precedente limite di 280 millimetri aumentato a 350.

Sotto il cofano, l’auto è ora equipaggiata con un motore V6 benzina biturbo da 3,5 litri, proveniente dal nuovissimo Toyota Land Cruiser 300, utilizzato nella versione GR-S. Nella versione standard, il motore produce 305 kW di potenza a 5.200 giri al minuto e 650 Nm di coppia a partire da 2.000 giri al minuto. Tuttavia, in assetto da gara questi numeri sono significativamente più alti.

Con i team WEC e WRC di Toyota Gazoo Racing che conquistano vittorie su vittorie, tutti gli occhi saranno puntati adesso sull’ultima Toyota Hilux quando sarà presentata verso la fine del 2021. Con il team WEC in pista e il team WRC nei rally, il team Dakar è una forza da non sottovalutare nella corsa rally raid più iconica del mondo.

La Dakar 2022 si correrà di nuovo nel deserto dell’Arabia Saudita, anche se questa volta la gara segue un percorso in senso orario. Lo start il 2 gennaio 2022 da Ha’il. Il giorno di riposo nella capitale saudita di Riyadh l’8 gennaio, poi la gara proseguirà a sud-ovest con l’arrivo a Jeddah il 14 gennaio. La gara prenderà il via con il classico Prologo per determinare le posizioni di partenza della prima tappa. Sul percorso saranno presenti anche due tappe ad anello, ma i dettagli devono ancora essere annunciati. Infine, la tradizionale tappa “maratona” vedrà gli equipaggi allontanarsi dal bivacco principale verso un accampamento non supportato per una sosta notturna, prima di rientrare per raggiungere i team al bivacco principale. Questa è una parte impegnativa della gara, che spesso gioca un ruolo importante nel risultato finale. Il percorso definitivo deve ancora essere annunciato, ma il tracciato non dovrebbe essere diverso da quello del 2020 e del 2021.

“Siamo molto lieti di annunciare una squadra in parte uguale a quella dell’anno scorso – ha dichiarato il team principal di Toyota Glyn Hall -. Con Nasser e Giniel che guidano il nostro attacco e Henk che acquisisce esperienza e fiducia, siamo entusiasti di affrontare la nuova edizione del Rally Dakar. Lo sviluppo della nostra nuova Hilux T1+ sta procedendo bene e siamo fiduciosi che la nuova vettura ci consentirà di competere ad alti livelli”.