La Monte Erice si prepara al rush finale del Tricolore velocità montagna

La gara organizzata dall’Aci Trapani apre la mini serie siciliana e dal 17 al 19 sarà 1° e penultimo round di Campionato Italiano Velocità Salita

Monte Erice

Simone Faggioli - Norma M20 FC Zytek

Entra a pieno regime la macchina organizzativa della 63esima edizione della cronoscalata Monte Erice, penultima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, valevole anche per il TIVM Sud e per il Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, in calendario dal 17 al 19 settembre.

La gara, organizzata dall’Aci di Trapani in perfetta sinergia con gli enti territoriali, dalla Regione Siciliana con l’assessorato allo sport, alla Prefettura e con il partecipato coinvolgimento dei comuni di Erice, Valderice, del Libero Consorzio Comunale (ex Provincia), dei comuni di Trapani, Custonaci e Buseto Palizzolo. É una delle più “datate” e suggestive gara in salita ed è molto attesa dagli appassionati di motori non solo della Sicilia occidentale. Peraltro la Monte Erice rientra nel gruppo delle tre finali del Campionato Italiano Velocità Montagna, ha un coefficiente 1,5 e si annuncia molto partecipata atteso che molti verdetti per l’assegnazione del titolo tricolore sono ancora da definire.

Tra le novità di quest’anno la diretta streaming della su Aci Sport Tv, per dare modo, ai tantissimi appassionati della specialità che non si possono spostare dalle loro sedi o assistere di presenza alla gara, chiusa al pubblico a causa delle limitazioni previste dalla pandemia da Covid, di poter godere ugualmente dello spettacolo che le vetture sapranno offrire. La manifestazione si disputa in due manche su un tracciato che da Valderice conduce sui sino al viale delle Pinete di Erice di 5.730 metri con un dislivello di 410 metri ed una pendenza media di 7.05 per cento. Venerdì 17 settembre le verifiche tecniche e sportive, sabato alle 9 al via la prima delle due prove cronometrate, domenica alle nove parte la gara.