La “carica dei 101”: pronta la sfida della Coppa della Consuma

Successo di iscrizioni per la gara organizzata da Reggello Motor Sport, la quale tornerà sulla scena nazionale dopo tre stagioni di pausa con il tracciato allungato

Coppa Consuma

Stefano Peroni - Martini Mk32

Si può iniziare a contare le ore, per sentire accendere i motori alla 55esima Coppa della Consuma, prevista per questo fine settimana, con l’organizzazione curata da Reggello Motor Sport, insieme ad Aci Firenze, sesta prova del Campionato Italiano Velocità in salita per Auto Storiche. Siamo di fronte alla più antica cronoscalata d’Europa, che il prossimo anno festeggerà i suoi 120 anni di storia ed il suo ritorno nel contesto tricolore dopo tre anni di pausa ha portato un notevole numero di adesioni, che ha superato quota cento, 101, per la precisione, il miglior risultato sino della specialità nel 2021. Insieme, transiteranno a fine corsa oltre 30 vetture della “parata”, non in competizione, ma in passerella per far vedere il bello delle vetture da corsa.

Complice certamente un’organizzazione mossa dalla passione, e ben supportata dall’Aci fiorentino, ma complice anche la grande novità proposta dal percorso, che tornerà “all’antico”, quindi partendo dalla località “le Palaie” verso il passo della Consuma, passando da Diacceto, Borselli, sino al valico dove si trova il bivio per Vallombrosa, abbracciati da colline che paiono disegnate da un pittore rinascimentale tra le meravigliose vigne del buon vino Frescobaldi. Un nastro di asfalto lungo 12,450 chilometri da affrontare per due volte con le prove ufficiali del sabato ed una volta per sfidare il cronometro e gli avversari in gara alla domenica.

In tutto questo, che avrà certamente da soddisfare i “palati più fini” è frutto del significativo impegno da parte del Comune di Pelago, per sostenere il lavoro di Reggello Motorsport atto a far tornare la corsa come da tradizione e guardare al futuro con fiducia.  Il Parco Chiuso pre-gara, sarà in località “La Massolina”, a circa 1,8 chilometri dalla linea di partenza, zona definita estremamente idonea per accogliere le vetture da gara.

Un appuntamento importante per le sorti della serie tricolore Aci Sport che continua a riservare sorprese e colpi di scena, il tricolore della salita che torna a scalare la sita della Consuma. Gioca in casa Stefano Peroni, il leader di 5° Raggruppamento su Martini Mk32 Bmw, che auspica in un migliore esito che non alla recente Cesana – Sestriere, rallentato delle noie al cambio, unica gara non vinta dal fiorentino.

Sempre tra le monoposto saranno avversari da cui difendersi come il lombardi Emanuele e Matteo Aralla, papà e figlio, con Emanuele reduce dal 2° posto di Raggruppamento al Sestriere sulla Dallara F319, e con Matteo che salirà nuovamente sulla Reynard 903 di F.3. All’assalto dei punti di classe ci sarà Maurizio Rossi che rientra sulla sua Formula Alfa Boxer.

Il tracciato si presta bene al potenziale delle biposto, soprattutto quelle di 4° Raggruppamento dove il bolognese Filippo Caliceti ha finora dominato al volante dell’Osella PA 9/90 Bmw con la quale ha vinto all’esordio sul Sestriere. Mario Massaglia è sempre più a suo agio sull’Osella PA 9/90 Bmw, come ha dimostrato con la seconda di Cesana, ma il pisano Piero Lottini sulla plurititolata Osella PA 9/90 Bmw anch’essa di classe regina, usa sempre meglio il potenziale della biposto curata dalla Bonucci Motorsport, mentre torna il milanese Roberto Turriziani nuovamente su Osella PA 9/90 Bmw da 2000 cc.

Per le Sport Nazionali, le biposto tutte equipaggiate con motore Alfa Romeo derivato dalla serie, il senese Matteo Lupi Grassi potrà mirare a nuovi punti sulla Olmas, ma a contrastarlo ci sarà Pierluigi Boldrocchi sulla Bogani. Svettano due Bmw tra le vetture turismo, le M3 affidate ad altrettanti esperti piloti come Francesco Menichelli ed il siciliano Salvatore Asta, che scende per l’occasione dalla Bmw 2002 di 3° Raggruppamento.

Giuliano Peroni “senior” si propone di nuovo come protagonista delle parti alte dell’ipotetica classifica generale in una gara a lui amica, ma il fiorentino papà di Stefano, sulla fidata Osella PA 8/9 Bmw è sempre in lotta per il vertice di 3° Raggruppamento per via dell’inferiore numero di partenti, con il reggiano Giuseppe Gallusi, su Porsche 911, che è passato al comando con ben 4 lunghezze di vantaggio. L’emiliano è tenace e sempre pronto all’assalto ed è leader incontrastato di classe GTS oltre 2500. Per la classe TC 1600 gara di casa per il leader Gabriele Tramonti su Ritmo 105 TC, come per Fabio Spinelli che su Renault 5 GT Turbo comanda la GTS 2000 ed il friulano Ivan Di Fant su una A112.

Sempre più avvincente il 2° Raggruppamento dove è acceso il duello tutto modenese tra Porsche, quella dell’attuale leader Idelbrando Motti, in particolare forma e vincitore anche al Sestriere, contro il mai domo Giuliano Palmieri ora passato alla super car di Stoccarda dopo le prime gare sulla possente De Tomaso Pantera. Rientra Natale Mannino sulla Porsche 911 RSR di preparazione Guagliardo, il palermitano dopo una disavventura in occasione della Montefiascone sarà di nuovo al via in cerca di rimonta. Nella categoria delle silhouette Sergio Galletti con la sua bella Porsche 911 si prepara ad un nuovo affondo ma attenzione a Salvatore Asta molto temibile sulla Bmw 2002. Piergiovanni Volpinari sulla Lotus Europa potrà accumulare punti decisivi per la classe GTS 1600, come il lombardo Ruggero Riva dovrà contenere gli attacchi al vertice della classe TC 2000, al volante dell’Alfa GTAM con qualche noia da risolvere.

Anche l’altro palermitano Giuseppe La Rocca, al volante della Alfa Romeo Giulia GT Veloce, mirerà a rinsaldare la vetta di classe T2000.  Gara di casa anche per Tiberio Nocentini, il leader di 1° Raggruppamento che sulla quasi imprendibile Chevron B19 Cosworth non sembra voler dare spazio alla concorrenza, ad iniziare dal campione in carica Angelo De Angelis che sulla Nerus Silhouette è il primo attore nella classe 1600 delle biposto sport. Altri gioielli in arrivo dal passato saranno anche la sempre ammirata Fiat 1100 Ala D’Oro di Tonino Camilli o la Lea Francis Sport usta per l’occasione dall’altoatesino Georg Prugger. per le categorie turismo a caccia di nuovi punti arriva il pesarese Alessandro Rinolfi al volante della Morris Cooper sempre in vetta alla classe T1300, Vittorio Novo in classe 2000 sulla BMW 2002, Francesco Amante e Vittorio Mandelli entrambi su Jaguar E-Type del 1961 per le GTS, sono tutti protagonisti annunciati della gara sulla montagna fiorentina che guarda il territorio aretino. Le prove ufficiali si svolgeranno sabato 24 luglio a partire dalle ore 13,30, come già detto in due manche, mentre la gara, in sfida unica, sarà domenica 25 con lo start fissato per le ore 09,30.