Il Rally della Marca regala il primo colpo di scena: si ferma Pedersoli, Fontana al comando

La prima prova del sabato regala subito emozioni forti nel Rally della Marca. Il bresciano si ferma in prova per la rottura dell’idroguida

rally marca pedersoli fontana

Corrado Fontana e Nicola Arena - Hyundai i20 WRC

Riparte con un colpo di scena il Rally della Marca con il primo passaggio sul “Monte Tomba”, per la seconda prova di gara e prima della giornata. Dodici chilometri che hanno subito messo alla prova gli equipaggi in gara, ripartiti in 81 verso le 6 prove speciali in programma. Finiscono fuori dalla gara già ai primi chilometri l’equipaggio più quotato in assoluto, quello composto da Luca Pedersoli ed Anna Tomasi sulla Citroen DS3 WRC, ripartiti davanti a tutti da leader dopo lo scratch iniziale del venerdì sera sul “Monte Cesen”.

Sfortunata la PS2 per il bresciano che si ferma in prova e si ritira per la rottura dell’idroguida. Sale quindi in cattedra Corrado Fontana, affiancato da Nicola Arena su Hyundai i20 WRC, che nonostante qualche problema di sottosterzo riesce a realizzare il miglior crono in 8’44.8 per portarsi al vertice della classifica generale. A quattro decimi di distanza in prova, che diventano 6,1 secondi nell’assoluta, per il caeranese Marco Signor e Patrick Bernardi su Volkswagen Polo R5. Terzo crono in prova per il pilota di casa Rudy Andriolo su Skoda Fabia R5 a +3,3 secondi che scala posizioni per portarsi così in settima assoluta. Buono il tempo del veronese Federico Bottoni su Skoda Fabia R5, che coltiva ambizioni di vertice per la CRZ, a +4,6 da Fontana su questa speciale.

Tra gli altri protagonisti del CIWRC paga un dritto dopo il celebre salto sul Monte Tomba il reggiano Ivan Ferrarotti su Skoda Fabia R5, che accumula al termine della prova un gap di ben 29,4 secondi. Problemi anche per Lorenzo Grani, su altra Fabia R5, che incappa in una foratura in salita, nella parte iniziale della piesse, quindi perde ben 7’54.5 per sostituire la ruota. Per quanto riguarda le due ruote motrici un problema al semiasse ha costretto al ritiro ieri Garbiele Recchiuti su Peugeot 208 Rally 4, che oggi è comunque riuscito a ripartire in gara.