Rally del Tirreno, via alle iscrizioni al penultimo round della Coppa Rally di ottava zona

L’edizione 2021 si presenta in linea con la precedente e si terrà a porte chiuse

iscrizioni rally tirreno

Il podio del Rally del Tirreno 2020

L’apertura delle iscrizioni rappresenta il primo atto ufficiale del 18° Rally del Tirreno e del 5° Tirreno Historic Rally. Quella di quest’anno sarà anche la seconda edizione in “era Covid-19” della tradizionale gara messinese. Il format, il percorso e la logistica dovranno ancora sottostare alle stringenti normative e decreti, che prevedono il divieto della presenza del pubblico degli appassionati. Una rinuncia dolorosa, soprattutto per una zona ad alta densità di passione rallistica e non va dimenticata l’ importanza economica dell’evento per tante strutture, team, operatori che traggono profitti dal motorsport, nonché per il territorio dove il rally si svolge.

Il 18° Rally del Tirreno rappresenta il quarto e penultimo round e della Coppa Rally di Ottava Zona, mentre per quel che riguarda il campionato siciliano per il quale ha coefficiente 2,0 ci saranno ancora da disputare altre tre prove. Il 5° Tirreno Historic Rally sarà a sua volta il quarto round del TRZ e Campionato Siciliano auto storiche coefficiente 1,5.

L’edizione 2021 si presenta in linea con la precedente per la quale si è individuata come sede del quartier generale Villafranca Tirrena. La direzione gara, servizi, sala stampa, verifiche, parco assistenza,  partenza e arrivo presso l’area ex Pirelli, dove si svolgeranno gli accrediti nella mattinata di sabato 7 agosto  e da dove sarà dato il via alla  prima vettura alle 0.00 di domenica 8 agosto. Due le prove speciali in programma, da ripetere tre volte: “La Colli 4 Strade” di 9,05 chilometri e la “Rometta” di 9.50 chilometri, tre loop inframezzati da due parchi assistenza e tre riordini. Le amministrazioni comunali dei paesi attraversati stanno dando una grossa mano all’organizzazione, una collaborazione  fortemente voluta da Top Competition, come simbolo di unione per la rinascita della provincia di Messina, ne è prova la recente gara di regolarità Trofeo dei Castelli Peloritani dove in modo particolare il comune di Villafranca Tirrena si è distinto per sinergia e disponibilità.