Arzà ad Alba con il doppio obiettivo: Tricolore e Logistica Uno Rally Cup

Il pilota spezzino non avrà al suo fianco Massimo Moriconi, assente per problemi di famiglia. Al suo posto Roberto Mometti

Arzà Rally Alba

Claudio Arzà e Massimo Moriconi - Citroen C3 R5

Ripartire dalle brillanti sensazioni valse la “top five” al Rally del Salento, cercando di cogliere ancora punti importanti in un contesto di livello nazionale: questo l’imperativo di Claudio Arzà alla vigilia della partenza per il Rally di Alba, appuntamento valido per il Campionato Italiano WRC in programma nel fine settimana sulle strade della provincia di Cuneo. Il portacolori della scuderia BB Competition, secondo in Puglia nel confronto dedicato alla Logistica Uno Rally Cup by Michelin, tornerà a saggiare le potenzialità della Citroen C3 R5 messa a disposizione dal team PRT di Daniele Pellegrineschi con il supporto in campo gara dello staff tecnico di G.Car Sport. Una cornice, quella offerta dal Tricolore WRC, che il pilota spezzino affronterà supportato da Roberto Mometti, copilota chiamato a sostituire Massimo Moriconi, impossibilitato nel tenere fede all’impegno a causa di un problema di carattere familiare.

“So che dovremo confrontarci con un nutrito plateau di avversari ma questa ormai è una costante, visto che parliamo di uno dei campionati più importanti a livello nazionale – ha detto Arzà -. Chilometri che non ho mai affrontato prima ma che voglio affrontare con la consapevolezza di poter contare sulla grande esperienza di Roberto Mometti e su un pacchetto che, già in Salento, mi ha garantito la quarta posizione assoluta, il terzo gradino del podio R5 oltre a punti fondamentali in ottica monomarca Michelin. Siamo vicini a Massimo – ha aggiunto Arzà – in questo momento difficile, legato alle condizioni di salute di un suo stretto familiare, un pensiero che sento di poter esprimere a nome di tutta la BB Competition”.

Sabato, la giornata dedicata allo shakedown – il test con vetture da gara – e la partenza, prevista a Cherasco per le ore 19.31. L’indomani la gara “vera” con nove prove speciali per un totale di 105 chilometri di agonismo. L’arrivo, alle 18.35, vedrà i protagonisti del confronto calcare la pedana nel centro di Alba.