Dopo lo stop dello scorso anno torna il Rally di Caltanissetta: si corre il 12 e 13 giugno

Grande fermento per uno dei più apprezzati appuntamenti del Campionato Siciliano e della Coppa Rally di ottava Zona

Rally di Caltanissetta

In Sicilia, dopo la spettacolare Targa Florio, che ha visto la presenza delle vetture del mondiale con i piloti ufficiali Hyundai Thierry Neuville e Ole Christian Veiby, grazie alla volontà del team principal Andrea Adamo, è tempo ancora una volta di accendere i motori, questa volta nel territorio nisseno. É già in moto la macchina organizzativa del Rally di Caltanissetta – Trofeo Totò Tornatore che dopo il rinvio del 2020 a causa dell’emergenza pandemica torna ad accendere la passione del motorsport nel Nisseno. L’edizione numero 19 come sempre organizzata dalla Caltanissetta Corse del patron Peppe Lombardo con la collaborazione dell’Aci Caltanissetta si disputerà il 12 e 13 giugno. Il Rally di Caltanissetta e il 5° Historic Rally è valido per il Campionato Siciliano auto moderne, per la Coppa Rally di ottava Zona con coefficiente di 1,5 e per il Campionato Siciliano auto storiche. La gara gode del supporto del Comune di Caltanissetta, del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta, della Regione Siciliana e di un congruo numero di imprenditori che considerano il rally nisseno come uno tra i grandi eventi di carattere regionale. La competizione si svolgerà senza pubblico nel rispetto delle direttive ministeriali e federali per il contenimento del coronavirus. A tal proposito gli organizzatori stanno lavorando alla possibilità di poter trasmettere le fasi salienti del rally in diretta social.

“Siamo felici di poter riaccendere i motori del rally – spiega Peppe Lombardo – per regalare agli appassionati un bel fine settimana di grande agonismo ma soprattutto di ottimismo dato il periodo che stiamo vivendo. Stiamo riscontrando un grande affetto verso questa manifestazione da parte degli Enti locali e di numerosi imprenditori che in maniera massiccia stanno avvicinandosi al Rally di Caltanissetta. Siamo convinti del fatto che il motorsport possa essere anche un importante momento di promozione e di sviluppo economico del nostro territorio in ottica della riapertura del turismo. A Caltanissetta infatti arriveranno equipaggi da tutta la Sicilia e anche da oltre Stretto che ovviamente soggiorneranno sul territorio fruendo delle attività ricettive e innescando quell’indotto economico che in un difficile momento come quello che stiamo vivendo, può rappresentare una una boccata d’ossigeno”. Il Rally di Caltanissetta si correrà su due prove speciali da ripetere tre volte, la prova “Capodarso-Lannari” e la “SS 640”. La partenza e l’arrivo così come la direzione gara e la segreteria organizzativa saranno ubicate al Centro Culturale Polivalente Michele Abbate mentre i riordini saranno allestiti al foro boario.