Camunia Rally, Andrea Mabellini vince la speciale in notturna e chiude al comando la prima tappa

Il giovane bresciano vince la PS 2 e passa al comando della gara. Bene Cais mentre Bondioni sbaglia gomme: ora è secondo nella generale a 1,7 secondi

Camunia Rally

Le premesse sono buone: spettacolo e tanta battaglia. Queste sono le due principali peculiarità emerse dopo il Day1 del Camunia Rally 2021 che si sta correndo nel cuore della Vallecamonica nei pressi di Breno. Dopo le prime due prove speciali è l’equipaggio formato da Andrea Mabellini e Virginia Lenzi a comandare la classifica assoluta a bordo della Skoda Fabia della DP Autosport. I due fidanzatini lombardi hanno vinto la Sisem 2 disputatasi in notturna scavalcando nella generale il favorito locale Ilario Bondioni, terzo nella PS 2 ed ora attardato di soli 1,7 secondi in classifica. Bondioni e la D’Ambrosio (Skoda PA Racing) hanno vinto la PS 1 ma nella ripetizione della speciale di casa hanno faticato più del previsto sebbene i margini di distacco siano davvero esigui: una scelta di gomme errata non ha permesso loro di chiudere al comando il primo giorno. Prova “pungente” per Cais-Zakova che su una Ford Fiesta R5 occupano la seconda posizione grazie ad un altro ottimo tempo: nella Sisem 2 sono solo 2 i secondi di distacco dal leader. Bella prestazione anche per il varesino Andrea Spataro con Gabriele Falzone che sulla Skoda è il primo tra i pretendenti alla Coppa Rally di Zona 2, contesto nel quale il Camunia fa parte.

Un superlativo Moreno Cambiaghi replica il tempone fatto nel pomeriggio e si conferma leader delle Due Ruote Motrici con la Renault Clio R3C: con Guglielmetti  è 13esimo assoluto in una gara in cui sono presenti 25 R5 è un ottimo modo per far vedere il proprio talento.

Mabellini: “Buon inizio, abbiamo fatto alcuni cambiamenti di set up tra shakedown e queste due prove: il tempo ha tenuto e ciò è stato un bene visto la nostra scelta di gomme, una mescola intermedia di Michelin, le 20”; domani dovremo darci dentro visto che i distacchi sono minimi e la gara corta”, ha commentato Mabellini a fine giornata.

“Ogni volta che arrivano due gocce d’acqua- ha detto Bondioni – nell’arco di mezz’ora scende la pioggia. Questa volta non è andata così ma io avevo messo gomme da bagnato; pazienza: ci siamo difesi comunque bene. Domani partiremo agguerrito per provare a riprenderci la leadership”. Domani sono in programma altre quattro prove speciali: Valsaviore ed Astrio verranno ripetute per due volte. L’arrivo a Breno è previsto per le 15.13.