IRC, tutto pronto per il primo appuntamento della serie al Rally Piancavallo

Barcis-Piancavallo “Icio Perissinot”, Clauzetto e Monte Rest, le prove speciali che caratterizzeranno il primo dei cinque appuntamenti dell’IRC

Rally Piancavallo

Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone - Rally Piancavallo 2019

Un countdown in via di esaurimento, scandito all’insegna del fermento e della partecipazione: l’International Rally Cup si appresta a vivere la sua fase più attesa, quella che vedrà i motori delle vetture protagoniste accendersi sotto la bandiera a scacchi del Rally Piancavallo, appuntamento inaugurale della serie “griffata” Pirelli in programma sabato 1 e domenica 2 maggio, sui fondi asfaltati disegnati da Knife Racing all’ombra delle Dolomiti friulane. Un percorso di alto profilo, su strade che hanno segnato la storia del rallismo nazionale, questo il prestigioso biglietto da visita di International Rally Cup presentato all’avvio della sua ventesima edizione.

Barcis-Piancavallo “Icio Perissinot”, Clauzetto e Monte Rest, le prove speciali che caratterizzeranno il primo dei cinque appuntamenti previsti dalla nuova programmazione di IRC Sport – il Rally Piancavallo – con la città di Maniago chiamata ad abbracciare gli esponenti della serie internazionale che avrà il proprio prosieguo sulle prove speciali del Rally Internazionale del Taro, in programma nell’ultimo fine settimana di maggio, al Rally Internazionale Casentino (2/3 luglio), al Rally Appennino Reggiano (27/28 agosto) ed al Rally Città di Bassano, appuntamento che – il 22 e 23 ottobre – manderà in archivio l’International Rally Cup 2021. Cinque manche di alto contenuto in grado di assecondare a pieno le esigenze dei partecipanti, chiamati ad un confronto che “metterà sul piatto” un montepremi totale di 246.000 euro.

“Con il Rally Piancavallo trovano concretezza tutte quelle prerogative che hanno accompagnato il percorso del nostro gruppo di lavoro negli ultimi mesi – il commento di Loriano Norcini, coordinatore di IRC – una gara di grande spessore che, siamo certi, si confermerà un ottimo biglietto da visita per la ventesima edizione dell’International Rally Cup. I riscontri pervenuti fino a questo momento, in termini di adesioni alla serie, stanno ripagando l’impegno profuso confermando la bontà delle iniziative proposte, sia in termini di programmazione che di montepremi messo a disposizione nei vari raggruppamenti”.