Parere negativo dalle autorità allo svolgimento: annullata la Ronde di Sperlonga

0

Sperlonga Racing ha comunicato che non sono state concesse le autorizzazioni necessarie da parte dell’Ente preposto, a causa della’emergenza Covid

Ronde di Sperlonga Premio Bardahl

RONDE SPERLONGA, Premio Bardahl

La 12esima edizione della Ronde di Sperlonga, in programma per il 18 e 19 dicembre è stata annullata. La decisione di Sperlonga Racing dopo aver ricevuto il parere negativo allo svolgimento dell’evento da parte dell’Autorità competente a causa della persistente difficoltà riguardo l’emergenza Covid-19.

Purtroppo non è stato possibile un dialogo con le Autorità preposte al rilascio delle autorizzazioni, nonostante Sperlonga Racing avesse organizzato l’evento nel rigoroso rispetto del protocollo sanitario predisposto da Aci Sport, lo stesso adottato ovviamente dalle altre manifestazioni che sino ad oggi, in Italia, hanno potuto svolgersi regolarmente.

Era stata infatti operata una modifica alla logistica ed anche previsto lo svolgimento al sabato per non essere troppo invasivi sul territorio e non creare momenti di difficoltà alla vita quotidiana della popolazione.

Inoltre, il Rally era stato previsto “a porte chiuse”, quindi senza prevista presenza di pubblico lungo il percorso e nelle aree nevralgiche della competizione (partenza/arrivo, riordinamenti e parco assistenza) era prevista soltanto la presenza degli addetti ai lavori.

“Anche quest’anno avevamo messo in campo – spiegano da Sperlonga Racing – un grande sforzo umano ed economico premiato e gratificato con la solita stima ed apprezzamento del passato, avendo nuovamente raggiunto il massimo delle adesioni consentite (120 equipaggi), con un plateau di piloti e vetture importanti (25 di classe R5, alcune World Rally Car, con anche una “Plus”), certamente celebrando lo sport al meglio possibile, dando con esso anche un messaggio solare e confermando il proprio ruolo di sostegno economico al territorio”.

“Vi è la delusione – aggiungono gli organizzatori – del non poter dare continuità ad una lunga storia sportiva interrotta, in quest’annata condizionata in tutto dall’emergenza sanitaria, non certamente dalla propria volontà, esprimendo anche rammarico al pensiero che le normative vigenti non vengono accolte ed interpretate in egual misura nel territorio nazionale. Ne sono evidenza le diverse manifestazioni rallistiche che hanno potuto prendere il via dallo scorso luglio sino ad oggi”.

“Ringraziamo – concludono da Sperlonga Racing – tutti coloro che sino ad oggi hanno lavorato all’organizzazione dell’evento, gli sponsor per essere stati al fianco della gara in un momento così difficile, e ringraziamo oltremodo piloti e squadre che soltanto con la loro iscrizione hanno dimostrato il loro affetto alla Ronde di Sperlonga, che tornerà con tante motivazioni in più nel 2021″.