Rally di Svezia, la foto che allarma: non c’è neve. Si può correre?

Dallo shakedown del Rally di Svezia non arrivano buone notizie, non c’è neve!

rally svezia

Ma siamo sicuri che ci siano le condizioni per correre il Rally di Svezia? Questa foto è stata pubblicata sui social dal pilota Piero Longhi, in Svezia in veste di osservatore di Aci Team Italia. Siamo allo start dello shakedown che domani vedrà impegnati i piloti nei primi passaggi. Impossibile non notare la mancanza di neve e se già nei giorni scorsi, il chilometraggio è stato quasi dimezzato, adesso l’ipotesi annullamento si fa sempre più probabile.

Il Rally di Svezia, seconda prova del campionato del mondo, è un rally previsto su neve, pertanto si corre con gomme chiodate. Ma tutta questa abbondanza di neve non c’è e fino all’ultimo, la fattibilità del rally è incerta. Le prove del sabato sono state cancellate e quelle del venerdì suddivise in due giorni.

Un altro aspetto da non sottovalutare è che, dovendo percorrere le strade con gomme chiodate su strade dove non è presente la neve, si rischia di danneggiare pesantemente le strade, con un costo esorbitante per gli organizzatori, che si dovrebbero far carico del costo di rifacimento delle strade. Per non parlare del danno paesaggistico.

Il pilota siciliano Marco Pollara questa mattina ha pubblicato una foto durante le ricognizioni. Nella foto si vede la neve presente in strada. Non c’è sicuramente grande abbondanza, ma almeno lì un po’ di neve c’è.

Secondo indiscrezioni, gli organizzatori stanno provando a bagnare le strade, nella speranza che durante la notte geli. Ci riusciranno? Certo pensare di bagnare 80 chilometri di prove speciali è da pazzi.

Una cosa è certa, questo rally, dispiace dirlo, poteva forse essere annullato. Anche per garantire i tanti appassionati che ogni anno arrivano da tutta Europa. Molti è vero, non sono andati, proprio perchè incerti fino all’ultimo. Conviene davvero organizzare un rally così?

sicilia vaccino covid