Chiodi sulla PS del Tuscan Rewind: cambia la classifica finale

Attribuito a Luca Rossetti, Citroen C3 R5, un tempo imposto forfettario sull’ultima prova speciale della gara Torrenieri – Castiglion del Bosco

La Giunta sportiva, a distanza di quasi due mesi, ha adottato (visti gli articoli 219 RSN e 21.15 della Norma Generale Rally 2019, applicabile in analogia al caso di specie), la decisione di attribuire all’equipaggio Luca Rossetti-Eleonora Mori, nella PS 8, il tempo imposto di 17.13.5”, calcolato quale media dei due precedenti passaggi effettuati sulla prova, e ha stabilito di non omologare i risultati della classifica della PS 8 e di quella finale, come risultanti dall’incartamento di chiusura, e di sostituire le classifiche della prova e quella finale con altre classifiche che tengano conto della decisione.

É stato ritenuto accertato, come prospettato dalla Procura federale, che ignoti hanno posto in essere, durante la PS 8 del Tuscan Rewind, valida per il campionato italiano rally e rally terra 2019, “azioni idonee ad alterare il risultato sportivo, ponendo sul percorso di gara” – in coincidenza con il passaggio della Citroen C3 R5 numero 4 – “corpi estranei che ragionevolmente hanno determinato la foratura dello pneumatico anteriore sinistro della vettura del pilota friulano”.

La decisione è stata presa considerando che la violazione di rilevanza sportiva si consuma in tutti quei casi nei quali la condotta consenta una valutazione in termini di probabilità secondo il criterio del “più probabile che non” (Collegio di Garanzia dello Sport-Sezioni Unite, decisione n.6-2016). Elementi a sostegno di tale valutazione, sono stati la relazione dei commissari tecnici presenti sul campo di gara, le fotografie estratte dai camera car della PS 8 dei piloti Basso, Campedelli, Crugnola, Rossetti, Andreucci e quelle relative al sopralluogo effettuato sul posto da incaricato della Procura federale.

La Giunta, inoltre, non ha ritenuto portatore di un interesse attuale e diretto, rispetto alla modifica della classifica, la vicenda che vide protagonista Orange 1 M–Sport Rally Team, con Simone Campedelli, che al termine della gara, non si presentò con la vettura al parco chiuso (art.147 RSN).

Con la decisione presa oggi dalla Giunta sportiva, Luca Rossetti, sale sul podio del Tuscan Rewind. Per il Campionato Italiano 2019, non cambia nulla, a parte il titolo Costruttori. Il podio di Rossetti, porta infatti in casa Citroen la vittoria del Campionato costruttori 2019 inizialmente andato a Ford. A questo punto alle premiazioni dei vincitori slittata intanto a febbraio, se non ci saranno reclami, il premio sarà consegnato a Citroen.

🔴📰 Chiodi sulla PS del Tuscan Rewind: cambia la classifica finale. 𝗦𝗢𝗡𝗗𝗔𝗚𝗚𝗜𝗢:È corretto attribuire il titolo a…

Pubblicato da Rally Time su Mercoledì 22 gennaio 2020