Rally Due Valli, un terzo posto che permette a Basso di mantenere la testa della classifica

Giandomenico Basso è stato protagonista della bagarre per il podio che ha tenuto con il fiato sospeso fino alla bandiera a scacchi finale

giandomenico basso

Nelle prime tappe del venerdì e sabato ha badato a non commettere errori e rimanere in lizza per il secondo posto. Poi nelle speciali finali ha dato battaglia a Simone Campedelli per la seconda posizione e ha ottenuto il primo posto nella nona tappa, la più lunga del rally Due Valli. Alla conclusione di un weekend importante, Giandomenico Basso è riuscito a conquistare il terzo gradino del podio che gli consente di mantenere la leadership in campionato davanti a Campedelli e Crugnola. Al netto degli scarti, Giandomenico ha un vantaggio di un punto su Campedelli. Il campionato dunque è apertissimo e come da pronostici, sarà l’ultima prova del campionato in programma dal 21 al 23 con il Tuscan Rewind a incoronare il campione italiano 2019 di un CIR spettacolare.

“Un rally difficile, a tratti insidioso nel quale abbiamo cercato di non sbagliare e nello stesso tempo attaccare, soprattutto nella giornata di sabato – ha raccontato Basso a fine gara – Fino all’ultimo abbiamo provato a insidiare la seconda posizione a Campedelli, ma non ci siamo riusciti. Peccato, perché sarebbero stati punti importanti in ottica campionato. Rimane la soddisfazione di avere vinto la speciale, quella più lunga, di Ca’ de Diaolo, però speravamo in qualcosa in più. Dopo la nona tappa ci siamo avvicinati al secondo posto, ma non è stato sufficiente, perché in quella successiva Simone ha forse rischiato un po’ di più e ha mantenuto il vantaggio. Rispetto al Friuli siamo migliorati e Metior, Loran e Michelin hanno fatto un bel lavoro. In certi momenti ci è mancato forse qualcosa, però va bene il podio. Ci giocheremo tutto nell’ultima gara e sarà molto difficile perché ci saranno tanti piloti al via, oltre a quelli del Cir. Da parte nostra faremo dei test per preparare questa gara su terra, prendere feeling e dimestichezza con la macchina preparata da Metior. Faremo il possibile per arrivare preparati per l’ultimo appuntamento e dare tutto insieme a Metior, Loran e Michelin”.

“Abbiamo fatto tutto il possibile per dare a Giandomenico il miglior pacchetto tecnico disponibile – racconta Vittorio Sala – Abbiamo ottenuto il terzo posto: un podio importante, dove Basso e Granai hanno corso bene in un rally duro e insidioso. Anche in questa gara sono andati tutti fortissimo ed è stata una bella lotta. Nelle ultime prove, dopo le modifiche effettuate nella pausa abbiamo migliorato, ma non è stato sufficiente ad attaccare Campedelli per il secondo posto, nonostante siamo riusciti a vincere la speciale più lunga. Ora ci prepariamo per l’ultima della stagione che deciderà le sorti del titolo. Siamo in vantaggio di un solo punto: in Toscana non ci sarà spazio per fare conti. Sarà una finale da combattere con il coltello tra i denti”.

Venerdì con tre prove speciali e finale di giornata con la prova spettacolo a Verona Fiere. La coppia Basso-Granai chiude al terzo posto, limitando i danni in tre prove insidiose. Il sabato di gara è denso di prove speciali: si parte in mattinata con una scelta conservativa, in quanto le condizioni climatiche e dell’asfalto sono in mutazione. Basso dopo le quattro prove del sabato e le tre del venerdì bada a non commettere errori e si piazza terzo assoluto alle spalle di Crugnola e Campedelli, secondo. Prima delle prove del pomeriggio, il team effettua alcuni cambiamenti a livello di setting sulla Skoda Fabia della coppia Basso Granai. Questo per dare al proprio pilota una macchina più performante in vista delle ps che si disputano con temperature più elevate rispetto alla mattinata. Basso parte bene, attacca: il culmine nella nona tappa che conquista davanti a Campedelli e riesci a ridurre lo svantaggio nei confronti dell’avversario. Le due prove decisive prove però vedono Campedelli vincere con Basso secondo in entrambe le speciali, che precede Crugnola, terzo. La vittoria del rally va però a Crugnola davanti a Campedelli e Basso, che chiude il Rally 2 Valli con un importante terzo posto.

Classifica Rally 2 Valli: 1. Crugnola (Volswagen Polo) in 1h 44’27”3; 2. Campedelli (Ford Fiesta) a 11’6; 3. Basso (Skoda Fabia) a 26”3; 4. Bottarelli (Skoda Fabia) a 2’02”3; 5. Rusce (Skoda Fabia) a 3’41”4.

Classifica di campionato: 1. Basso 84,5; 2. Campedelli 68,75;3. Crugnola 67,25