RallyTime

WRC, CIR, CIWRC,

CST Sport in schieramento massiccio al 16° Rally del Tirreno

3 min read

Il sodalizio di Gioiosa Marea con 15 equipaggi alla gara messinese in notturna del 10 e 11 agosto. Riflettori per Riolo – Rappa su Skoda, ma anche Molica, i giovani Lo Cascio, Lanzalaco ed Ernesto Riolo, Scalia, Leo e Catania tra i protagonisti della vigilia

Massiccio schieramento di 15 equipaggi CST Sport al 16° Rally del Tirreno che nei giorni 10 e 11 agosto sarà round di Coppa Rally di 8^ Zona con coefficiente 1,5,  con validità per il Trofeo Rally Sicilia con coefficiente 2,5. La gara messinese si svolgerà per buona parte in notturna con partenza un minuto dopo la mezzanotte nella caratteristica Saponara, sede anche del traguardo alle 10.30 di domenica 11 agosto dopo nove prove speciali nell’entroterra messinese.

Riflettori puntati su Totò Riolo e Gianfranco Rappa che tornano alla gara che vinsero nel 2017 sulla Skoda Fabia R5, il forte pilota di Cerda che ama le strade messinesi, ha vinto la corsa anche nel 2008 su Abarth Grande Punto. -“Ripeto sempre che considero le strade del messinese l’antologia dei rally – ha dichiarato Riolo – conosciamo le prove e abbiamo un buon feeling con la macchina della Pool Racing, pertanto, gli elementi per lottare ai vertici ci sono, anche se la concorrenza è decisamente di alto livello”-. 

L’esperto driver di Gioiosa Marea Carmelo Franco Molica sarà su Renault Clio Super 1600, vettura che ben si addice ai guidati asfalti del “Tirreno”, sulla quale il tenace pilota sarà affiancato da Carmen Grandi. Due gli equipaggi in gruppo R, i messinesi Angelo Di Dio ed Antonino Marino saranno sulla Abarth 500 sovralimentata, mentre su Peugeot 208 saranno i pattesi Alessandro Scalia e Giovanni Barbaro, copilota reduce dall’esperienza mondiale al Rally Italia Sardegna.

Sarà una preziosa esperienza quella della gara in notturna per i giovani figli d’arte Ernesto Riolo e Giorgio Genovese alle note sulla 208 RB, sempre più convincenti e concreti sull’ottima vettura/palestra. In gruppo A sono passati alla classe 2000 i coniugi di Sant’Alessio Siculo Tino Leo e Giuliana Duro, affiatato equipaggio che ora deve affinare il feeling con la Renault Clio. In classe1400 del gruppo A Andrea Borello e Cristina Pichilli puntano in alto con la Peugeot 106.

A caccia di punti per le serie regionali arrivano i nisseni Giovanni Lanzalaco e Antonio Marchica, giovane ma tenace il pilota di Mussomeli che ha al suo fianco l’esperienza del co-pilota di lungo corso sulla Renault Clio RS di classe N3. Ai vertici della classe punteranno, come loro solito i pattesi Giovanni Catania che per l’impegnativa occasione si affida all’esperienza di Rosario Siragusano sulla Renault Clio. Stessa vettura per i fratelli Stefano e Daniele Liotta.

Ha scelto la Peugeot 106 1.6 16V il giovane nisseno Salvatore Lo Cascio navigato dal concittadino Michele Castelli, l’equipaggio che ha aperto la stagione con il successo al Rally Cefalù Corse. CST Sport anche in Racing Start Plus con la Citroen C2 dei nebroidei Basilio Pellerito e Giacomo Spanò. La difesa dei colori CST Sport nella sempre combattuta classe N2 è affidata all’equipaggio della riviera jonica Roberto Mignani e Gianluca Declò su Peugeot 106, poi i nisseni Vincenzo Lanzalaco e Giuseppe Buscemi su Citroen Saxo, poi gli altri messinesi Giovanni Alessi e Maurizio Denaro anche loro su Peugeot.

Un coordinamento complesso ed articolato per tutto lo staff CST Sport, che ha preparato una adeguata assistenza per il congruo numero di equipaggi impegnati in una gara impegnativa ed altamente selettiva.