Luca Pedersoli e Anna Tomasi, Citroen DS3 Wrc, vincono il 36°Rally della Marca

Luca Pedersoli e Anna Tomasi, Citroen DS3 Wrc, vincono il 36°Rally della Marca

Luca Pedersoli e Anna Tomasi, Citroen DS3 Wrc, vincono il 36°Rally della Marca

Il bresciano con questo successo prosegue la sua rincorsa alla vetta della classifica tricolore che vede ancora al comando Simone Miele, Citroen DS3 Wrc, davanti a Marco Signor, Ford Fiesta Wrc. Ritiro pesante per Corrado Fontana, Hyundai i20 NG Wrc, per un problema al turbo.

Image

Montebelluna, sabato 29 giugno 2019 – Erano in quattro sulla carta a giocarsi la vittoria nel 36. Rally della Marca e nei fatti, proprio questi quattro, il bresciano Luca Pedersoli, Citroen C3 Wrc, il milanese Simone Miele, Citroen Ds3 Wrc, il pilota di Caerano Marco Signor, Ford Fiesta Wrc, e il lariano Corrado Fontana, Hyundai i20 NG Wrc, per altro dominatori assoluti di tutto il Ciwrc, si sono giocati quasi fino in fondo la vittoria. Vista nel suo complesso però i veri dominatori della corsa organizzata dal Motor Group di Montebelluna, sono stati Luca Pedersoli e Ana Tomasi, con la loro Citroen C3 Wrc. Il pilota bresciano ha infatti preso il comando già dopo la prova di apertura, la breve speciale “Zadraring” corsasi ieri sera. Da quel momento in poi gli avversari hanno potuto solamente stare a guardare, inserendosi qua e là, ma lottando soprattutto per le posizioni di rincalzo. Lotta che però si è comunque quasi subito definita con Marco Signor, Ford Fiesta Wrc condivisa con Patrick Bernardi, che è riuscito a consolidare il suo secondo posto, a conferma di una stagione che lo sta vedendo sempre protagonista ma mai vincitore, e con il buon Simone Miele, in coppia con Roberto Mometti, che ha, anche a causa di una foratura, ha deciso di non rischiare e di mettersi in scia, salvando al momento, anche se solamente di un punto e mezzo, la sua leadership di campionato.

Come spesso accaduto in questo inizio di stagione alla volata finale per il successo in corsa non ha potuto partecipare Corrado Fontana, in coppia con Nicola Arena su un Hyundai I20 NG Wrc. Il pilota di Como è stato costretto al ritiro a tre prove dal termine per gravi problemi al turbo, ma ha comunque confermato la sua presenza nelle ultime due gare della serie il Rally di Alba, 27 e 28 Luglio, e il San Martino di Castrozza in programma il 14 e 15 settembre, pur non avendo grani possibilità di rimonta nella generale. Detto della lotta per il vertice, vanno anche menzionati anche altri equipaggi che si sono distinti in questa due giorni tormentata dal caldo torrido. Ad esempio quello formato dal pilota di Schio Efrem Bianco e Dino Lamonato che hanno chiuso al quarto posto precedendo con la loro Skoda le vetture gemelle del piemontese Alessio Roveta in coppia con Nicolo Gonella, di Corrado Pinzano e Marco Zegna, che rafforzano la loro prima posizione nella classifica riservata alle R5 del campionato, del trentino Matteo Daprà e Fabio Adrian e del lariano Marco Silva e Giovanni Pina, giunti ottavi. A chiudere la top ten il trevigiano Rudy Andriolo e Manuel Menegon, Peugeot S2000, primo di categoria, e il locale Paolo Menegatti con Christian Cracco, altra Skoda Fabia.

Image

Tra gli altri iscritti al Campionato buona prova sulle strade della Marca per Jordan Brocchi, su Skoda Fabia R5 e il reggiano Roberto Vescovi con la Renault Clio S1600. ra gli altri iscritti al Campionato buona prova sulle strade della Marca per Jordan Brocchi, su Skoda Fabia R5 e il reggiano Roberto Vescovi con la Renault Clio S1600. Tra i protagonisti del Suzuki Rally Cup, a vincere è il padovano Nicola Schileo, passato in testa proprio sull’ultima prova per lo stop di Andrea Scalzotto, protagonista assoluto della gara tra le Swift R1. Alle spalle di Schileo hanno chiuso lo svizzero Cominellie il trentino Roberto Pellè. Ritiro dell’aostano Simone Goldoni, tra i più attesi del trofeo per un problema elettrico nell’ultimo giro di prove.

Image

Classifica Finale 36°Rally della Marca: 1. Pedersoli-Tomasi (Citroen Ds3 Wrc) in 1:21’39.5; 2. Signor-Bernardi (Ford Fiesta Wrc) a 5.8; 3.Miele-Mometti (Citroen Ds3 Wrc) a 19.4; 4. Bianco-Lamonato (Skoda Fabia R5) a 2’35.1; 5.Roveta-Gonella (Skoda Fabia R5) a 2’42.1; 6.Pinzano-Zegna (Skoda Fabia R5) a 2’44.5; 7.Daprà-Andrian (Skoda Fabia R5) a 3’55.9; 8.Silva-Pina (Skoda Fabia R5) a 4’13.1; 9.Menegatti-Cracco (Skoda Fabia R5) a 4’42.9; 10.Andriolo-Menegon (Peugeot 207 S2000) a 4’44.0.

CLASSIFICA FINALE CIWRC: Miele 59,5; Signor 58; Pedersoli 45; Pinzano 34; Fontana 22,5