WRC, le impressioni di Lorenzo Bertelli dopo i test con la Toyota Yaris Rally1

Impressioni positive, vettura veloce e facile da guidare

Lorenzo Bertelli

Lorenzo Bertelli

Lorenzo Bertelli ha provato la GR Yaris Rally1 del Toyota Gazoo Racing prima del suo debutto con la vettura al Rally di Svezia della prossima settimana (9 – 12 febbraio). Lorenzo Bertelli diventerà il primo pilota privato a guidare una delle Toyota GR Yaris vincitrici del titolo quando prenderà il via a Umeå la prossima settimana, la base del secondo round del FIA World Rally Championship. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

Ha visitato il quartier generale della Toyota WRC a Jyväskylä, in Finlandia, alla fine della scorsa settimana e ha provato l’auto su neve e ghiaccio durante il fine settimana (Guarda qui il video del test). Le sue prime impressioni sono state positive, con l’italiano che ha ammesso di essere rimasto sorpreso dalla facilità con cui ha trovato il passaggio dalla Ford Puma M-Sport che ha guidato l’anno scorso.

“Sicuramente mi aspettavo un’auto veloce-, ha detto Bertelli-, perché ovviamente questa è un’auto vincitrice del campionato del mondo. Mi aspettavo forse che non fosse così facile da guidare come la Ford, perché la Ford è generalmente molto famosa per essere abbastanza facile da guidare. Sono stato sorpreso positivamente perché, in realtà, la Yaris era molto agile e per niente nervosa, e anche molto facile da guidare. Riunire tutti questi componenti in un’auto da rally non è così facile, quindi sono rimasto impressionato dalla rapidità con cui mi sono sentito a mio agio in macchina”.

Bertelli ha fatto il suo debutto nel FIA World Rally Championship nel 2011 con una Mitsubishi Gruppo N e ha scalato le classi, passando infine a una Ford Fiesta World Rally Car di altissimo livello all’inizio del 2015.

Il 34enne si è assicurato il settimo posto assoluto in carriera alla sua unica partecipazione al Rally1 l’anno scorso in Nuova Zelanda, ma non è stato in grado di fare apparizioni regolari nelle ultime stagioni a causa di impegni di lavoro. È strettamente coinvolto nell’azienda di famiglia – il marchio di moda di lusso Prada – e lavora all’interno dell’azienda come direttore esecutivo.

Interrogato sui suoi piani futuri, Bertelli ha suggerito che potrebbe fare almeno un altro rally in questa stagione.

“Mi piacciono i rally veloci e la Svezia è probabilmente il mio rally preferito in assoluto – ha continuato Bertelli-. Non vedo davvero l’ora perché amo la neve e amo la Svezia in generale. Sto cercando di vedere se c’è l’opportunità di fare un altro evento quest’anno. Ho bisogno di indagare se è possibile con il mio lavoro ordinario perché sono sempre molto impegnato. Per me è come fare una vacanza – non è così facile – ma ci sto lavorando, quindi vediamo se avrò un’altra opportunità”.

La Toyota schiererà altre tre Yaris in Svezia per i piloti ufficiali Kalle Rovanperä, Elfyn Evans e Takamoto Katsuta.