Gian Maria Gabbiani Campione Italiano Rallycross 2022

Gian Maria Gabbiani conquista a Maggiora il titolo di Campione Italiano Rallycross (RX Italia) 2022, completando una stagione comandata sin dal primo appuntamento. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

L’ultimo round è stato il più difficile dell’anno, anche per via del doppio punteggio previsto per l’evento che ha tenuto aperti i giochi fino alla fine.

Dopo un ottimo inizio con la vittoria nella seconda manche, Gian Maria è stato colpito da un avversario mentre si trovava al comando della terza prova. Il rivale è stato sanzionato per la scorrettezza, ma i danni riportati dalla Skoda Fabia RX5 numero 5 sono risultati irreparabili. 

Nonostante due manche saltate, inclusa la finale, il vantaggio accumulato durante l’anno si è rivelato sufficiente, cosa che ha regalato al campionato ancor più tensione e incertezza, e a Gian Maria la consapevolezza di una performance superiore e costante durante tutto il 2022.


Gian Maria Gabbiani
“Sono incredibilmente felice per questo titolo perché arriva dopo una stagione piena di sacrifici. Abbiamo avuto sempre un passo superiore, ma ci sono venuti incontro tanti ostacoli che abbiamo affrontato e superato. Il cronometro non ha mentito: sono convinto che nel nostro sport sia uno degli aspetti più importanti e quello che alla fine mette tutto in chiaro.

“L’ultima gara è stata incredibile. Ho dato il massimo e il successo nella seconda manche ha dimostrato il nostro potenziale. Poi sono arrivati il contatto e lo stop forzato per il resto della giornata. 

“Aspettare l’esito del weekend è stato stressante, ma alla fine è giunta la gioia del titolo, che ripaga tutti gli sforzi. Voglio ringraziare Milla Sensi, startup agricola innovativa all’insegna della sostenibilità, che ha supportato questo progetto e creduto sempre in me. Un grazie va anche a tutti i partner, alla mia famiglia e ai miei amici, in particolare a Giovanni Di Pillo, cui dedico questo titolo per me così importante.”