Il Baja delle Marche parte nel segno di Mengozzi. Colpo di scena per Trivini-Bellini, out in assistenza

Bellini

Alessandro e Marco Trivini Bellini su mitsubishi Pajero al Baja Rally delle Marche

L’ultimo atto del Campionato Italiano Cross Country è partito con il primo giro di prove al Baja delle Marche. La prima edizione della gara organizzata marchigiana da PRS Group sta offrendo lo scontro decisivo per il titolo con tre giri sulle tre prove speciali, in formato rallistico, sui tratti “Dei Laghi” (8,52 km), “Cupramontana” (6,04 km) e “Colognola” (4,40 km). (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

Davanti a tutti gli specialisti del fuoristrada si sta imponendo Manuele Mengozzi con Mirko Palladini all’esordio sul nuovo Prototipo Toyota Over Drive con tre volte il miglior tempo. Al primo rientro in assistenza il vantaggio del romagnolo è di 11.2’’ sul catanese Alfio Bordonaro con Roberto Briani su Suzuki Grand Vitara. Il catanese ha però in mano la possibilità di vincere sia il campionato che il titolo nel Suzuki Challenge con questo piazzamento al secondo posto. Una chance ricavata anche in conseguenza del passaggio sfortunato sulla PS2 “Cupramontana” per i leader del tricolore Alessandro e Marco Trivini Bellini, incappati in un cappottamento con il Mitsubishi Pajero di Gruppo T2 in un tratto lento in asfalto. Ripartito e rientrato regolarmente in assistenza, il mantovano si è però dovuto fermare a causa dei danni alla vettura che, in base al regolamento rallistico in questa tipologia di appuntamenti del Baja, non gli hanno permesso di proseguire correttamente la sua gara.

Alle spalle di Bordonaro in terza posizione si fanno avanti quindi Emilio Ferroni e Daniele Fiorini sull’altro Grand Vitara di T1, rallentati sulla stessa prova per la rottura del semiasse che li ha costretti a proseguire con due sole ruote motrici. Sostituito il componente in assistenza, il modenese sembra poter proseguire il suo Baja.

Lotta serrata quindi tra i Side by Side, tutti su Yamaha YXZ 1000 R, con Amerigo Ventura al comando nonostante il doppio scratch di Valentino Rocco. I due sono distanti appena 4.2’’ l’uno dall’altro in vista del secondo giro. Più complicata del previsto invece la gara del giovane Under 18 Jean Claude Vallino, presente in gara premio come pilota invitato dalla Scuola Federale ACI Sport, che ha toccato leggermente l’anteriore destro ma senza riportare eccessivi danni al Yamaha. Il ragazzo piemontese rientrerà quindi in prova per proseguire questa sua seconda esperienza rallistica tra i SSV.