Rally del Lazio, il primo scratch è di Bravi. Incidente per Pinelli sulla PS2, le auto proseguiranno su un percorso alternativo

Una tregua nella pioggia che sta battendo sulle zone del rally con tutti gli equipaggi che partono però con scelte assolutamente conservative degli pneumatici senza tentare esperimenti sicuramente da azzardo. Tutti con le “bagnato” verso i 14,64 chilometri della prima prova speciale mentre la pioggia sta tornando a tratti a battere sul percorso. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

La prova parte con 18’ di ritardo per la sistemazione del pubblico in alcune postazioni molto folto nonostante il cattivo tempo. Ma la passione soprattutto in questa terra per i rally non si ferma certo con la pioggia. Il miglior tempo in prova per il friulano Filippo Bravi in coppia con Enrico Bertoldi che riesce a mettere la sua Hyundai i20 al primo posto con 1”1 di vantaggio su uno dei favoriti della vigilia Marco Signor insieme a Corrado Bonato, che con la loro Skoda Fabia si sono comunque subito messi in luce confermando le loro aspirazioni.

Incidente sulla seconda prova speciale, SPS Pico Show di 2.85 chilometri, dove la Skoda Fabia Rally2 di Fabio Pinelli è uscita di strada, andando a sbattere contro i newjersey di cemento. Dalle prime indicazioni, sembrerebbe che non ci sia stata nessuna conseguenza per l’equipaggio, ma si è reso necessario l’ingresso dell’autoambulanza per soccorrere un addetto ai lavori. La PS2 Pico Show è stata interrotta e le auto proseguiranno su un percorso alternativo.

Il trevigiano ha superato di poco Giuseppe Bergantino, navigato da Mirko di Vincenzo, anche lui su Skoda Fabia, terzo di prova a 2”9 dal vertice, e Roberto Vescovi insieme a Giancarla Guzzi, anche loro con una Skoda Fabia. Tra i favoriti per la vittoria da sottolineare i 6”7 accusati da Elvis Chentre e Fabio Grimaldi e gli 8”7 accusati da Marco Pollara con Daniele Mangiarotti. Settimo nel primo tratto cronometrato il vincitore di questa gara lo scorso anno il pilota di Ponte Corvo Carmine Tribuzio in coppia con Fabiano Cipriani anche lui su Skoda. A chiudere i primi dieci Giuseppe Testa insieme a Gino Abatecola su Skoda, a 18”7 dal vincitore di prova, Andrea Volpi , con Simona Righetti su Volkswagen  Polo, ed Enrico Oldrati, specialista dei fondi sterrati, insieme a Elia de Guido anche loro su Skoda Fabia

Top Ten PS1: 1. BRAVI-BERTOLDI (Hyundai I20) in 9’44.1; 2. SIGNOR-BONATO (Skoda Fabia) a 1.1; 3. BERGANTINO-DI VINCENZO (Skoda Fabia) a 2.9; 4. VESCOVI-GUZZI (Skoda Fabia) a 5.1; 5. CHENTRE-GRIMALDI (Skoda Fabia) a 6.7; 6. POLLARA-MANGIAROTTI (Skoda Fabia) a 8.7; 7. TRIBUZIO-CIPRIANI (Skoda Fabia) a 18.4; 8. TESTA-ABATECOLA (Skoda Fabia) a 18.7; 9. VOLPI-RIGHETTI (Volkswagen Polo) a 20.5; 10. OLDRATI-DE GUIO (Skoda Fabia) a 21.0