WRC, Ogier al comando del RallyRACC – Rally de España su Toyota GR Yaris

Ogier

Sebastien Ogier (FRA) Benjamin Veillas (FRA) Of team TOYOTA GAZOO RACING WRT are seen performing during the World Rally Championship Spain in Salou, Spain on 21,October 2022 // Jaanus Ree / Red Bull Content Pool // SI202210210435 // Usage for editorial use only //

Sébastien Ogier ha resistito alla pressione del suo collega della Toyota Gazoo Racing Kalle Rovanperä per mantenere un leggero vantaggio in un’avvincente apertura del RallyRACC – Rally de España venerdì. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

È stato una sfida tra il vecchio campione contro il nuovo campione quando Ogier – otto volte campione del mondo tra il 2013 e il 2021 – e Rovanperä – vincitore della serie di quest’anno con due round d’anticipo – si sono scambiati colpi in otto speciali su asfalto sulle colline della Costa Daurada .

Rovanperä era inizialmente imperioso e ha aperto la strada dopo due speciali. Ha ceduto il primo posto a Les Garrigues Altes 1, tuttavia, dopo essere sceso di 8,2 secondi al suo partner GR Yaris mentre combatteva contro il sottosterzo. 

Ogier ha ceduto la sua posizione su Thierry Neuville della Hyundai Motorsport poco prima dell’assistenza di giornata, ma è uscito agguerrito dal parco, riprendendo immediatamente il comando. 

Sotto la crescente pressione di Rovanperä, che ha ottenuto due vittorie di tappa consecutive in PS6 e SS7, il francese ha risposto nel finale, superando il 21enne di 1,2 secondi per concludere la giornata con 4,8 secondi di vantaggio.

“E’ stata una bella giornata e sono davvero felice-, ha riferito Ogier-. Avevo un po’ paura essendo settimo sulla strada oggi con la quantità di tagli che abbiamo dovuto subire, ma abbiamo avuto un ottimo feeling con la macchina.

“Fin qui tutto bene. Ovviamente 4,8 secondi non sono molti quindi dovremo continuare a spingere forte anche domani. Che vinca il migliore!”

Uno sconsolato Neuville – due volte vincitore in Spagna – ha completato il podio 7,7 secondi dietro Rovanperä. Gli mancava il ritmo per minacciare la coppia di testa nel pomeriggio ed era riluttante a spingere troppo per paura che la sua i20 N scivolasse. 

“Non abbiamo la velocità e, a dire il vero, non posso davvero spingere al massimo”, ha spiegato. “La macchina inizia a scivolare ed è difficile sapere dove migliorare”.

Il compagno di squadra di Neuville, Ott Tänak, ha chiuso 7,5 secondi più in basso al quarto posto assoluto davanti alla vettura simile di Dani Sordo. È stata una giornata difficile per la coppia, con Tänak costretto a superare i guasti dell’unità ibrida e un guasto alla cinghia dell’alternatore mentre Sordo ha forato il suo pneumatico anteriore sinistro durante la PS7.

Sordo non è stato l’unico a soffrire il dramma delle gomme. Elfyn Evans ha subito lo stesso risultato dopo aver colpito esattamente la stessa roccia, così come l’alleato Toyota del gallese Takamoto Katsuta. La coppia è tornata in servizio rispettivamente al sesto e all’ottavo posto, infilando la Ford Puma M-Sport di Craig Breen.

Adrien Fourmaux ha iniziato in modo ragionevole la sua prima uscita nel Campionato del mondo di rally FIA da agosto e ha staccato Katsuta di soli 2,7 secondi alla fine del gioco. Gus Greensmith, anche lui alla guida di una Puma, ha completato la top 10 con altri 7,5 secondi di ritardo.

Gli equipaggi hanno familiarità con il percorso di sabato. L’immutato Savalla (13,93 km) e la tappa più lunga del rally a El Montmell (24,18 km) racchiudono Querol-Les Pobles (20,19 km), che si apre con un nuovo tratto di 3 km.

Il servizio al PortAventura World di Salou separa le corse mattutine e pomeridiane sulle stesse strade prima che la giornata si concluda con la famosa tappa stradale di 2,15 km lungo il lungomare di Salou. Le sei tappe contano 118,75 km.