Azores Rallye fuori dall’europeo per il 2023

Penalizzati nonostante gli sforzi della Commissione organizzatrice degli Azores Rallye per garantire il trasporto marittimo e aereo gratuito alle squadre

ERC Azores Rallye

11 ADIELSSON Mattias Adielsson e Andreas Johansson, Sweden National Team, Citroën C3 R5, Azores Rally 2020 - Photo Jorge Cunha / DPPI

Il promoter del Campionato Europeo Rally ha informato la Commissione organizzatrice degli Azores Rallye che la prova non rientra nei suoi piani per la stagione 2023.

La giustificazione presentata dal WRC Promoter era che la sua intenzione è quella di rendere il campionato più centrale, per ridurre il costo per le squadre.

Nonostante gli sforzi della Commissione organizzatrice degli Azores Rallye per garantire il trasporto marittimo e aereo gratuito alle squadre, queste ritengono comunque che la mobilitazione dei mezzi sia troppo lunga rispetto alle altre prove del campionato, secondo quanto riferito dal promoter.

“Siamo profondamente dispiaciuti per questa decisione, che non avevamo previsto, poiché tutti gli enti federativi hanno elogiato l’evento, compreso il WRC Promoter, che ha presentato alla Commissione Organizzatrice dell’Azores Rallye una proposta per la continuità della provvigione a nel 2023 e nel 2024, che era oggetto di negoziazione.

Continueremo a lavorare sull’edizione del prossimo anno, la cinquantasettesima, per garantire, insieme ai nostri partner, un evento con la qualità che gli viene riconosciuta, sperando, in futuro, di integrare la massima competizione dei rally a livello europeo”.