Città di Torino, stanno meglio le persone rimaste coinvolte nell’incidente della vettura scopa

Da prime informazioni, la Lancia Delta potrebbe essere rimasta senza freni

torino

Rally Città  di Torino, auto finisce fuori strada e ferisce un carabiniere

Stanno meglio le persone coinvolte nell’incidente nel corso del Rally di Torino. La vettura utilizzata come scopa numero 2 per le storiche, una Lancia Delta, guidata da Andrea Bellino e navigato da Lara Gregori, sembrerebbe che per un problema ai freni, non sia riuscita a frenare in prossimità di un tornante, finendo rovinosamente sulle persone poste ad esterno curva, che aspettavano il passaggio delle vetture di servizio, che segnavano la fine del passaggio delle vetture da corsa. L’incidente è avvenuto nel territorio comunale di Viù, sui tornanti della strada del Col del Lys.

Sull’incidente al Rally Città di Torino sono in corso delle indagini. Si sa che ieri sera, nell’ultima giornata, un carabinieri è rimasto ferito (quattro giorni di prognosi) da un’auto cosiddetta “scopa, che segue le vetture in gara, che lo ha travolto. Si parla di un altro carabiniere coinvolto, che ha riportato lesioni nel tentativo di aiutare il collega. Uno spettatore si sarebbe presentato al pronto soccorso 45 minuti dopo i fatti dicendo di essere rimasto coinvolto nell’impatto. Ora i carabinieri indagano per appurare l’esatta dinamica dei fatti. Al momento dall’organizzazione del Rally fanno sapere che il conducente dell’auto ”scopa” avrebbe riferito di un improvviso malfunzionamento dei freni e questo sembrerebbe anche visibile dal video. 

La gara, è stata vinta da Alessandro Gino e Gabriele Michi, a bordo della Citroen C3 WRC, mentre nella Coppa di Zona, la vittoria è andata ad Elwis Chentre, giunto secondo assoluto.