Autosole 2.0 sempre al comando in Romania con Sebastian Barbu e Bogdan Iancu

Con la SkodaFabia Rally2 hanno difeso la propria posizione al comando della classifica

BARBU

Sebastian Barbu e Bogdan Iancu

Di nuovo un risultato eclatante all’estero, per AutoSole 2.0 e FC Competition, che hanno confermato la propria leadership nel Campionato Nazionale Rally di Romania. Al Rally Iasului, settima prova stagionale, a Iasi, nella zona orientale del paese accanto al confine con la Moldavia, Sebastian Barbu e Bogdan Iancu, con la SkodaFabia Rally2 hanno difeso la propria posizione al comando della classifica finendo la gara, su fondo sterrato, in seconda posizione dietro al vincitore Tempestini.

L’avvio di gara è stato sofferto, con la pioggia e con le difficoltà date dalle scelte di gomme e di assetto, problemi poi ovviati terminando il primo parziale al secondo posto. La seconda tappa è stata quella del consolidamento della posizione, che di fatto ha consentito all’equipaggio di venir via dalla gara con ancora la testa della classifica in mano. Per l’intero arco della gara, in due giorni, nessun problema tecnico alla vettura, confermatasi affidabile e competitiva.

Il prossimo appuntamento della serie nazionale rumena sarà dal 6 all’8 ottobre a Cluj, torna l’asfalto, penultima prova stagionale.

Concomitante con l’importante impegno in terra romena la compagine quarratina era al via a Casciana Terme, importante crocevia per il titolo di VI zona, in quanto la gara era la penultima prova. Autosole 2.0 ha salutato con soddisfazione l’arrivo di Dawid Albert Tanozzi, per l’occasione affiancato da Luca Ambrogi, anche loro su una Skoda Fabia, finiti al settimo posto assoluto confermando l’ottimo percorso di crescita del giovane livornese.

Sfortunato il gentleman massese Giorgio Sgadò, in coppia con Christian Panzani, nel tentativo di allungare al comando della classifica riservata agli “over 55”, ritirato per uscita di strada durante le prime battute di gara, ed anche il fiorentino Leo Santoni non ha sorriso in provincia di Pisa. In coppia con Umberto Butelli ha finito al 12° posto dopo essere stato al quarto sino alla penultima prova. Proprio la prova di epilogo lo ha estromesso dalla top five conquistata con forza a causa di una difficoltà nell’affrontare una chicane di rallentamento.