WRC, per Loeb la Grecia è un evento diverso da quello che conosceva e sembra molto meno difficile

L’Acropolis Rally porterà sfide uniche in 16 prove speciali che coprono 303,3 chilometri competitivi.

loeb

Sébastien Loeb (FRA) and Isabelle Galmiche (FRA) Of team M-SPORT FORD WORLD RALLY TEAM

Evento fondatore del Campionato del mondo di rally nel 1973, l’Acropolis Rally porterà sfide uniche in 16 prove speciali che coprono 303,3 chilometri competitivi.

Uno degli eventi più brutali del calendario, gli equipaggi saranno messi alla prova la prossima settimana a temperature estreme che dovrebbero superare i 30 gradi Celsius. Ma l’attenzione è fondamentale sull’evento greco; le strade di ghiaia accidentata sono fiancheggiate da rocce in attesa di catturare gli equipaggi, con la polvere sospesa che ostacola la visibilità.

Con sede a Lamia, 220 chilometri a nord di Atene, l’evento visita la capitale del paese per un epico super speciale fianco a fianco all’interno dello stesso Stadio Olimpico giovedì sera. L’intera giornata di apertura delle tappe si rivelerà ardua in quanto gli equipaggi dovranno trascorrere l’intera giornata senza servizio di mezzogiorno, avendo invece solo una zona di montaggio pneumatici per scandire i due giri di tappe del venerdì.

Il nove volte campione del mondo e il tre volte vincitore dell’Acropoli Sébastien Loeb torna al posto di guida di una Ford Puma Hybrid Rally1 M-Sport insieme al copilota vincitore del Rally di Monte-Carlo, Isabelle Galmiche.

L’esperienza di Loeb in Grecia potrebbe rivelarsi preziosa per se stesso e per la squadra durante il rally mentre intraprende la sua quarta uscita con M-Sport. Il francese guarderà alle sue precedenti vittorie e podi sull’Acropoli per aiutarlo questa settimana; in particolare la vittoria del 2012 che lo ha visto guidare l’evento a titolo definitivo dalla quarta tappa, raccogliendo sei vittorie di tappa sulla strada per il gradino più alto.

Craig Breen farà appello anche alla precedente esperienza, con una vittoria nel 2014 sull’apparizione dell’evento in ERC, e un altro podio l’anno successivo. Finora Breen ha avuto una buona stagione sulla ghiaia, conquistando un podio in Sardegna, e spera di portare lo stesso ritmo a Lamia la prossima settimana.

Alla sua seconda uscita in Grecia, Gus Greensmith prenderà fiducia dal suo quinto risultato assoluto di debutto lo scorso anno. Il giovane pilota ha segnato tempi forti nel 2021, mantenendo una buona posizione per tutto il rally e parteciperà all’evento di quest’anno con una solida base di conoscenze.

Anche Pierre-Louis Loubet torna nei ranghi della M-Sport in Grecia, dopo aver impressionato la squadra per tutta la stagione finora con la sua concentrazione e il suo ritmo, il francese ha portato a casa ottimi risultati per la squadra, incluso un podio quasi mancato in Sardegna.

Jourdan Serderidis è tornato su una Puma Rally1 per il suo evento di casa dopo il suo impressionante debutto nel Rally1 al Safari Rally Kenya, dove ha ottenuto il settimo posto assoluto.

Rich Millener, Team Principal, ha dichiarato:
“È stata una svolta piuttosto estenuante per il team preparare cinque vetture per la ghiaia, ma ora siamo pronti e impazienti di andare in Grecia. Non vedo l’ora diriavere con noi S éb e Isabelle e con la sua esperienza su questo evento ci sentiamo ottimisti.

“Non è stata affatto una stagione facile, ma abbiamo visto un ritmo molto promettente ed eccitante da parte di ognuno dei nostri equipaggi, quindi dobbiamo prenderlo e andare avanti.

“La Grecia è sempre un evento epico; si chiama Raduno degli Dei per un motivo! Non vedo l’ora che il WRC torni allo stadio Olimpico per una super speciale fianco a fianco; un ambiente davvero fantastico per uno sport fantastico.

“Abbiamo visto dei buoni risultati sulla ghiaia quest’anno, in particolare in Sardegna, quindi non vedo l’ora di vedere cosa può fare la squadra la prossima settimana”.

SébastienLoeb, ha detto:
“La Grecia è un bel rally che mi è sempre piaciuto. È un evento diverso da quello che conoscevo, sembra molto meno difficile! Ci sono alcune fasi che sono sempre le stesse, ma per lo più inizieremo da zero.

“Non è un evento facile, ma è fantastico da guidare, quindi non vedo l’ora. Farò del mio meglio, mi preparerò al meglio e spero solo di riuscire a prendere un buon ritmo come ho fatto in Kenya e in Portogallo. Speriamo di fare un po’ meglio, senza errori o problemi; questo è l’obiettivo.

“ Il nostro test è andato bene, è stato buono, il feeling con la macchina era corretto e abbastanza buono. Abbiamo cercato di affrontare un po’ l’assetto con sospensioni, differenziali e ibridi che sembravano andare abbastanza bene. Sono contento dopo i test, la macchina funzionava bene, era tutto ok e siamo pronti per il rally”.

Craig Breen, ha detto:
“Sarà bello tornare in Grecia, è un evento che non faccio da tempo; Ci sono stato l’anno scorso per fare le ricognizioni, ma il 2015 è stata l’ultima volta che ho gareggiato. Ho dei bei ricordi dalla Grecia, è stata la mia prima vittoria in un rally internazionale nel 2014 e uno dei grandi trampolini di lancio della mia carriera.

“Mi piacerà tornarci di nuovo. Sembra un rally difficile, ci sono molte tappe difficili e monouso. Sarà una lunga ricognizione e una settimana impegnativa, ma non vedo l’ora. Il test è andato bene, abbiamo avuto un buon feeling con la macchina e speriamo di poter tornare in pista e portare a casa un buon risultato in Grecia”.

Gus Greensmith, ha detto:
“La Grecia è uno dei rally leggendari del campionato e l’anno scorso mi sono davvero divertito a gareggiare lì. È stato un buon risultato per noi, finire quinti in assoluto: un risultato tra i primi cinque il prossimo fine settimana sarebbe un risultato fantastico, quindi è quello a cui puntiamo”.

“Sappiamo che ci sono molte cose che possono andare storte in Grecia, con quanto sono accidentate le strade, ma il team ha costruito per noi una macchina forte, quindi dovrebbe aiutarci!”

Pierre-Louis Loubet, ha detto:
“Sono molto felice di andare in Grecia, è un paese fantastico e un rally fantastico. Con la nostra posizione in strada e il ritmo che abbiamo mostrato in Portogallo e Sardegna, penso che possiamo fare grandi cose. Cercherò di spingere al massimo in questo rally, perché penso che abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per fare bene.

“La macchina funziona benissimo, il test è stato positivo e mi sento ancora più a mio agio di prima. Penso che il potenziale ci sia, quindi vediamo cosa succede”.