Trofeo Maremma, c’è l’ok della Federazione: prorogate le iscrizioni

La gara della MaremmaCorse 2.0 è in programma per il 23 e 24 ottobre ed allunga il periodo di accoglienza adesioni sino a lunedì prossimo

trofeo maremma

Emanuel Forieri e Marco Lupi al Trofeo Maremma 2018

Sono prorogate sino a lunedì 18 ottobre, le iscrizioni al 45° Trofeo Maremma, in programma il 23 e 24 ottobre. L’evento, organizzato da MaremmaCorse 2.0 ha ricevuto nella mattina odierna il benestare federale.

Il Trofeo Maremma targato 2021 propone una sfida strutturata in nove Prove Speciali in totale, accogliendo per il sesto anno anche le vetture storiche oltre alla passerella “All Stars”, vetture di particolare interesse storico-sportivo. Nel dettaglio, le “piesse” saranno tre diverse da ripetere tre volte, disegnate su un percorso che guarda alla tradizione di uno dei rallies più longevi in Italia.

Le prove speciali saranno: “Gavorrano-Eni Rewind” (8 km), “Capanne” (6,6 km) e “Marsiliana” (6,3 km) più o meno nella conformazione del 2020, con la “variante” interessante e certamente spettacolare proprio che riguarda quest’ultima prova, che avrà il suo termine su uno spettacolare dosso. Sono 62,919 i chilometri di distanza competitiva sui 250,950 dell’intero percorso.

I caratteri dell’edizione 2021 prevedono la conferma della gara, al “Palagolfo”, dove sono previste partenza ed arrivo, oltre ad ospitare le verifiche tecniche ante-gara e il parco assistenza. Il Quartier generale della gara, con direzione gara, segreteria e sala stampa, sarà invece al Camping Il Veliero”, facilmente raggiungibile dalla variante Aurelia mediante l’uscita “Follonica Nord”.

Anche per quest’anno il main sponsor della competizione sarà Eni Rewind, la società ambientale di Eni che opera secondo i principi dell’economia circolare per valorizzare i terreni industriali, le acque e i rifiuti attraverso progetti di bonifica e di recupero efficienti e sostenibili. Per la società è una conferma della sinergia con il territorio e una rinnovata occasione per confermare il proprio impegno nelle attività di risanamento ambientale e di valorizzazione delle ex aree minerarie che hanno un forte valore identitario per la comunità locale. Un momento di partecipazione in cui Eni Rewind racconta agli stakeholder la visione strategica delle proprie attività anche per il recupero efficiente e sostenibile di risorse e asset. 

L’organizzazione tiene a sottolineare che, seguendo le normative governative e federali per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, per la gara non sono previste zone specifiche per il pubblico al fine di evitare assembramenti di persone.