Da Sanremo inizia l’avventura dei Trofei Tricolore e Open N5, Dedo: “Gli equipaggi si divertiranno molto”

Con i tanti punti in palio per entrambi i Trofei e l’importante montepremi destinato alla gara, gli equipaggi daranno vita ad una sfida mozzafiato

Trofei Tricolore Open N5

Gianluca Angeli e Pietro Brugiati, Citroen DS3 N5

Si prepara un weekend intenso per N5 Italia che tra pochi giorni scenderà in prova speciale per il 68° Rallye Sanremo, appuntamento di apertura del Trofeo Tricolore N5 oltre che round valido per il Trofeo Open N5 che ha già registrato i primi verdetti sulla terra della serie Raceday. Il progetto che porta in Italia le competitive e divertenti vetture N5 sviluppate intorno ad un pacchetto tecnico comune e differenti solo esteticamente, vivrà a Sanremo un momento importante dato che sposterà la sfida sull’asfalto dopo le prime uscite stagionali sterrate. La guidabilità simile alle vetture R5 ma costi di acquisto ed uso decisamente inferiori ne fanno un’alternativa decisamente valida sia per i giovani piloti che per i gentlemen driver come confermato proprio dall’elenco iscritti del Sanremo.

Nella gara principale valida per il Campionato Italiano Rally Gianluca Angeli e Pietro Brugiati ritroveranno la Citroen DS3 N5 della Power Brothers, questa volta con il numero #51, con la quale hanno vinto la classe anche al Rally il Ciocco e Valle del Serchio. L’obiettivo sulle strade rivierasche sarà quello di replicare il risultato di inizio stagione, ma Francesco Garosci e Martina Decadenti, su Peugeot 308, tenteranno di inserirsi nel confronto pur alla loro gara di debutto in quattro ruote motrici dopo l’ottima prestazione nel WRC al Rallye Automobile de Monte-Carlo dello scorso gennaio. La vettura, con il numero #52, sarà un inedito sulle strade italiane, dato che è preparata dal team spagnolo Mavisa e ha già corso proprio in Spagna, dove le N5 hanno un notevole livello di popolarità. A completare il quadro anche la partecipazione al 22° Rally delle Palme, il round della Coppa Italia di Zona che si correrà contestualmente al Sanremo, di Ezio Soppa e Mauro Marchiori con la Ford Fiesta #312 preparata dal team Bianchi, che torneranno in scena dopo le vittorie di classe 2020 al Rally Due Valli e al Rally della Val d’Orcia.

Con i tanti punti in palio per entrambi i Trofei e l’importante montepremi destinato alla gara di Sanremo, gli equipaggi punteranno sicuramente a mettere in cascina il massimo punteggio disponibile che potrebbe consentire loro di essere fin da subito favoriti per la corsa all’affermazione stagionale. Le due gare, 68° Rallye Sanremo e 22° Rally delle Palme, saranno molto diverse. La gara tricolore si disputerà principalmente domenica con tre prove da ripetere due volte più la lunga “Cesio-Carpasio” a chiudere le ostilità. Apertura sabato nel tardo pomeriggio con la prova televisiva “Bajardo” trasmessa integralmente sia su Facebook che in televisione. Il Rally delle Palme si disputerà invece sabato, con tre prove da ripetere per due volte di cui la sola “Vignai” condividerà in parte il percorso con la gara CIR.

I due rally, che si svolgeranno a porte chiuse, potranno essere seguiti sulla pagina Facebook del CIR, su quella della Coppa Rally di Zona, su Aci Sport TV (CH 228 SKY), su Primocanale Motori (CH 10 del DTT e 515 SKY) su Rai Sport (CH 58 DTT) e Sportitalia (CH 60 DTT).

“C’è ovviamente grande voglia di analizzare il comportamento delle vetture N5 sull’asfalto – ha commentato Dedo de Dominicis, portavoce del progetto N5 in Italia – Le auto hanno dimostrato già di essere affidabili ed ora abbiamo una serie di novità per migliorare le loro prestazioni sui tortuosi asfalti italiani sviluppate con i preparatori coinvolti. Il risultato è stato ampiamente raggiunto sulla terra dove, in mano ad equipaggi differenti, la qualità del progetto è emersa chiaramente a dimostrazione di una categoria che può davvero offrire tanto in termini di divertimento e prestazioni. Sanremo è una delle gare per antonomasia del panorama rallystico italiano, sarà davvero un bel banco di prova e sono sicuro che tutti gli equipaggi iscritti in N5 si divertiranno molto”.