WRC, Tanak fiducioso in vista del Messico

L’estone non ha mai vinto in Messico. Il secondo posto dello scorso anno è il suo miglior risultato

messico rally alba

É fiducioso in vista del Rally del Messico il campione del mondo in carica Ott Tanak, nonostante i 22 punti che lo separano dal leader della classifica Elfyn Evans e mentre si prepara ad attraversare l’Atlantico, pesa ancora l’eredità del suo incidente al Rallye Monte-Carlo.

Ott Tanak ammette, tuttavia, che il suo debutto su ghiaia durante un test in Spagna e la sua partecipazione al Rallye Serras de Fafe dello scorso fine settimana in Portogallo hanno rafforzato la sua fiducia in vista dell’evento con sede a León. “La sensazione è buona dopo il test – ha detto l’estone – mi sento a mio agio con la macchina. Sappiamo che ci sono cose che possiamo migliorare, sappiamo che possiamo migliorare. Ma guardando il quadro generale, sappiamo che c’è ancora molto da fare”.

“Ho iniziato (prima del test in Spagna) con zero esperienza con la Hyundai sulla ghiaia, ma la cosa buona è che sto imparando”. Tanak partirà sesto e sa che questo gli offrirà un vantaggio, che dovrà sfruttare quando il percorso diventerà più pulito con il passaggio delle altre auto.

“È una buona posizione – ha detto Tanak – ma ci sono ragazzi veloci dietro di noi con una posizione ancora migliore. La strada diventa sempre più veloce con ogni macchina che passa. Come ho detto, abbiamo un buon posto e dobbiamo sfruttarlo”. Il Messico è un rally che Tanak non ha mai vinto, con le strade intorno a Guanajuato che non sono sempre state gentili con l’Estone. Indimenticabile l’edizione del 2015, quando con la Fiesta WRC, Tanak, uscendo di strada è finito in un lago. Il secondo posto dello scorso anno è il suo miglior risultato.