Adria Rally Show, c’è la Ford RS 2000 gruppo B di Stig Blomqvist

Una vettura di alto valore storico e simbolico aprirà “le danze”: si tratta dell’esemplare che ha corso alla Pikes Peak del 1988

ford rs 2000

Si preannuncia un plateau di partecipanti “da grandi firme”, con piloti e vetture di elevato livello. E proprio per questo motivo non poteva mancare anche un apripista di pari valore. All’Adria Rally Show, in programma per il 15 e 16 febbraio, evento oramai alle porte, organizzato nel circuito Adria International Raceway, in provincia di Rovigo, sarà una Ford RS 2000 Gruppo B, a dare il via “alle danze” della competizione, portata in pista da una coppia di collezionisti ed appassionati di motorsport.

La vettura è un esemplare di blasone, essendo quello che nel 1998 venne anche utilizzata dal pilota svedese Stig Blomqvist (che già l’aveva pilotata nel mondiale rally 1986) nella categoria “Unlimited” della Pikes Peak International Hillclimb, la celebre scalata allora sterrata, in Colorado, USA. Dotata di un motore in versione da 850 cavalli, capace di una accelerazione da 0 a 100 km/h in 2 secondi, terminò la cronoscalata al 4º posto assoluto; gli appassionati di rally potranno ammirarla e fotografarla proprio ad Adria nei giorni di gara. Con la RS200 si ha dunque una sorta di testimonio da passare alla nuova Fiesta WRC “Plus” che invece sarà in gara con Fabrizio Fontana, con il passato ed il presente “dell’ovale blu” che catalizzerà certamente – e non poco – l’attenzione della scena.

LA DIRETTA TELEVISIVA

La gara sarà seguita in diretta televisiva sul canale specializzato AutomotoTV (Canale 228 DGT), in orari e modalità che saranno definiti nell’immediata vigilia della gara, dettagli che verranno dunque diffusi mediante comunicazione apposita. Vi sarà inoltre la diretta streaming sui canali “social” ed anche Youtube dell’autodromo.

Sarà un lavoro molto articolato, un impegno di spessore, prodotto da “Formula X”, che avrà piazzate ben 9 telecamere lungo tutto l’autodromo che, per la particolare conformazione del proprio tracciato permette una visione pressoché totale delle sfide e del loro spettacolo. Oltre alle evoluzioni in pista, nelle “piesse”, sono previsti anche momenti di interviste nel paddock per i partecipanti, con evidente beneficio di immagine per tutti i protagonisti, sia in abitacolo che fuori. QUI I DETTAGLI E IL PROGRAMMA DI GARA.