Tutto pronto per il Monza Rally Show: il dettaglio delle prove speciali

Ecco le prove speciali previste per l’appuntamento rallistico che si terrà al Monza Eni Circuit da venerdì 6 a domenica 8 dicembre

monza rally show

Sono state svelate le mappe delle otto Prove Speciali del Monza Rally Show, l’appuntamento rallistico che si terrà al Monza Eni Circuit da venerdì 6 a domenica 8 dicembre. I percorsi differenti che le vetture da rally iscritte alla gara dovranno affrontare sono cinque: Autodromo, Roccolo, Grand Prix, Parabolica e Monza. Le PS 1 e 6 “Autodromo” si disputeranno venerdì alle 14,55 e sabato alle 16,23. Le auto saranno impegnate nelle PS 2 e 7 “Roccolo” venerdì alle 17,09 e domenica alle 8.35. La prima Prova Speciale di sabato alle 9,05 sarà la PS 3 “Grand Prix”, il percorso verrà ripetuto nella stessa giornata alle 13,51 per la PS 5. Infine, sabato alle 11,37 si terrà la PS 4 “Parabolica” e domenica alle 8,59 la PS 8 “Monza”.

Dopo le premiazioni della gara Monza Rally Show, domenica pomeriggio il rettifilo dell’Autodromo ospiterà la sfida Masters’ Show. Verrà riproposto anche quest’anno il salto ma con una lunghezza complessiva inferiore al 2018, per aumentarne la spettacolarità. Le rampe di salita e discesa saranno lunghe 10 metri ciascuna, con un’inclinazione del 5%. La parte piana misurerà invece 4 metri.

PS 1-6 : AUTODROMO:
La partenza della prova è posta all’altezza dei box di rappresentanza, si percorrono circa 50 metri in direzione della Prima Variante e si affronta un primo tornante verso sinistra per immettersi nella serie di due tornanti destra sinistra della V10; si prosegue contromano verso la curva Parabolica e dopo circa 250 metri si effettua un tornante verso sinistra; un allungo di circa 30 metri immette in un tornante verso destra al termine del quale un tratto rettilineo immette al salto; si affronta poi la V9 con ingresso sul lato sinistro del tracciato; dopo l’uscita dalla variante si percorrono circa 100 metri e si affrontano i due tornanti destra sinistra della V8. Sempre proseguendo contromano, dopo un’ampia chicane destra-sinistra, si affronta l’ingresso nella Curva Sud della Pista di Alta Velocità.

Percorrendo in senso inverso la Pista Alta Velocità vengono affrontate in successione la V6 e la V5 per poi arrivare alla V4 con una curva verso sinistra e due tornanti destra sinistra che immettono nel lungo rettifilo. A metà del rettifilo si affronta la V3 con ingresso sul lato destro per poi inserirsi nella Curva Nord e affrontare in successione la V2 e la V1.

Al termine della Curva Nord, si affronta un tornante verso destra per immettersi nel Circuito Stradale in senso orario; si affronta la V11 con ingresso sul lato sinistro, per poi avvicinarsi ed affrontare la Prima Variante. All’ingresso della Curva Biassono, si percorre la V12, con ingresso sul lato sinistro, mentre all’uscita della stessa si percorre la V13, sempre con ingresso sul lato sinistro.

Arrivati alla Seconda Variante, dopo aver superato la prima curva verso sinistra, vengono effettuati una serie di tornati verso destra, sinistra, curva di raccordo ed ancora tornante verso sinistra e poi verso destra per riprendere la normale direzione di marcia verso le Curve di Lesmo. Alla Curva del Serraglio si affronta la V15 con ingresso sul lato destro del tracciato, in uscita si imbocca la discesa che porta al sottopasso e di seguito alla Variante Ascari che si percorre nella sua totalità.

All’uscita della variante e subito dolo la passerella pedonale, si affronta la V17 con ingresso sul lato sinistro del tracciato, al termine della variante e dopo circa 300 metri la prova avrà termine.

PS 1-6 AUTODROMO

PS 2-7 : ROCCOLO:
La partenza della prova è posta a metà del Rettifilo della Pista di Alta Velocità.

Subito dopo la partenza le vetture percorreranno una curva a destra, che immette nel rettilineo, dopo un allungo di circa 200 mt affronteranno la V4, due tornanti verso destra e verso sinistra ci immettono nella Curva Sud in cui si incontrano V5, V6 e V7. Al termine della Curva Sud un ampio tornante immette contromano nella Curva Parabolica dove dopo circa 150 metri si affronta la V18 con ingresso sul lato destro.

Al termine della variante un allungo di circa 100 metri immette in una serie di tornanti verso destra, sinistra, raccordo verso sinistra, tornante a sinistra e poi a destra per immettersi nel rettifilo verso la Variante Ascari; dopo circa 400 metri si affronta la V17 con ingresso sul lato destro e a seguire con ingresso sul lato sinistro del tracciato. All’uscita della V9 un rettilineo di circa 150 metri immette in un ampio tornante, al termine del quale dopo circa 50 metri verrà posto il fine prova.

PS 2-7 ROCCOLO

PS 3-5 : GRAND-PRIX: 
La partenza della prova è posizionata all’inizio della Curva Nord della Pista di Alta Velocità e la prova si svolgerà interamente seguendo il regolare senso di marcia del tracciato.

Percorrendo la Curva Nord si affrontano in successione V1 e V2, al termine della curva e a circa un terzo del rettifilo percorriamo la V3 con ingresso sul lato sinistro del tracciato; alla fine del rettifilo nella V4 due tornanti verso destra e verso sinistra ci immettono nella Curva Sud in cui si incontrano V5, V6 e V7.

All’uscita della Curva Sud viene affrontata la V8 con i due tornanti verso destra e verso sinistra; in successione si affronta la V9 con ingresso su lato destro del tracciato; dopo circa 400 metri si affronta la V10 con ingresso sul lato sinistro.

Usciti dalla variante, dopo circa 400 metri si affronta la Prima Variante. All’ingresso della Curva Biassono, si percorre la V12, con ingresso sul lato sinistro, mentre all’uscita della stessa si percorre la V13, sempre con ingresso sul lato sinistro. Si affrontano poi in successione la Seconda Variante, Prima e Seconda Curva di Lesmo.

Alla Curva del Serraglio si affronta la V15 con ingresso sul lato destro del tracciato, in uscita si imbocca la discesa che porta al sottopasso e di seguito alla Variante Ascari che si percorre nella sua totalità. All’uscita della variante e subito dopo la passerella pedonale, si affronta la V17 con ingresso sul lato sinistro del tracciato. Dopo circa 300 mt si affronta la Curva Parabolica. A circa 200 metri dall’inizio della Curva è posta la V18 con ingresso sul lato sinistro del tracciato.

Dopo circa 400 metri si affronta la V8 con due ampi tornanti verso destra e sinistra. Si prosegue quindi sul tracciato della Pista Stradale, lasciando l’ingresso in corsia box sulla destra fino al completamento del chilometraggio imposto. Al termine dei giri necessari al completamento della prova, dopo la V8, si prosegue verso l’ingresso in corsia box, area definita per il fine prova. 

PS 3-5 GRAND PRIX

PS 4 : PARABOLICA:
La partenza della prova è posta all’interno della Curva Parabolica; dopo circa 50 mt un tornante verso sinistra immette contromano in una serie di tornanti verso destra, sinistra, raccordo verso sinistra, tornante a sinistra e poi a destra per immettersi nel rettifilo verso la Variante Ascari; dopo circa 400 metri si affronta la V17 con ingresso sul lato destro e a seguire si imbocca il raccordo Junior sempre contromano; prima dell’ingresso del raccordo, verrà percorsa una chicane sinistra-destra per diminuire la velocità in ingresso al raccordo stesso; al termine del raccordo uno stretto tornante verso destra immette nella Curva Nord della Pista Alta Velocità.

Percorrendo la Curva Nord si affrontano in successione V1 e V2, al termine della curva e a circa un terzo del rettifilo percorriamo la V3 con ingresso sul lato sinistro del tracciato; alla fine del rettifilo nella V4 due tornanti verso destra e verso sinistra ci immettono nella Curva Sud in cui si incontrano V5, V6 e V7.

All’uscita della Curva Sud viene affrontata la V8 con i due tornanti verso destra e verso sinistra; in successione si affronta la V9 con ingresso su lato destro del tracciato; un leggero tratto rettilineo immette al salto, dopo circa 250 mt si affronta la prima parte della V10 con un leggero raccordo verso destra e due tornanti in successione, verso sinistra e verso destra; un leggero allungo immette nella parte finale della V10 con ingresso sul lato sinistro.

Usciti dalla variante, dopo circa 400 si affronta la Prima Variante. All’ingresso della Curva Biassono, si percorre la V12, con ingresso sul lato sinistro, mentre all’uscita della stessa si percorre la V13, sempre con ingresso sul lato sinistro.

Arrivati alla Seconda Variante, dopo aver superato la prima curva verso sinistra, vengono effettuati una serie di tornati verso destra, sinistra, curva di raccordo ed ancora tornante verso sinistra e poi verso destra per riprendere la normale direzione di marcia verso la Prima Curva di Lesmo.
All’uscita della curva si percorre la V14 con ingresso sul lato sinistro, all’uscita un allungo porta alle Seconda Curva di Lesmo e poi verso la Curva del Serraglio.

Alla Curva del Serraglio si affronta la V15 con ingresso sul lato destro del tracciato, in uscita si imbocca la discesa che porta al sottopasso e di seguito alla Variante Ascari; a circa due terzi della variante un tornante verso destra immette al fine prova. 

PS 4 PARABOLICA

PS 8 : MONZA:
La partenza della prova è posta a circa 50 metri dalla fine della corsia box, all’uscita della corsia una chicane sinistra-destra immette in un tratto rettilineo di circa 120 metri; una seconda chicane destra-sinistra porta i concorrenti nella parte di rettifilo alle spalle dei muri di protezione, dopo circa 50 mt viene affrontata la V19 con ingresso sul lato sinistro, seguito da un ampio tornante verso sinistra.

Viene quindi affrontata la V10 con ingresso sul lato sinistro, al termine della stessa un allungo di circa 100 metri immette in una chicane sinistra-destra seguita a breve distanza da un tornante destro e un tornante sinistro. Dopo un allungo di circa 200 metri si effettua un tornante verso sinistra; un allungo di circa 30 mt immette in un tornante verso destra al termine del quale un tratto rettilineo immette al salto; si affronta poi la V9 con ingresso sul lato sinistro del tracciato. All’uscita della V9 un rettilineo di circa 150 metri immette in un ampio tornante, al termine del quale, dopo circa 50 metri verrà posto il fine prova.

PS8 MONZA

Prova MASTERS’ SHOW:
La partenza della prova è posta a circa 150 mt. dalla fine della corsia box, all’uscita della corsia una chicane sinistra-destra immette in un tratto rettilineo di circa 120 mt; una seconda chicane destra-sinistra porta i concorrenti nella parte di rettifilo alle spalle dei muri di protezione, dopo circa 200 mt viene affrontato un ampio tornante verso sinistra.

Viene quindi affrontata la V10 con ingresso sul lato sinistro, al termine della stessa un allungo di circa 100 mt immette in una chicane sinistra-destra seguita a breve distanza da un tornante destro e un tornate sinistro.
Dopo un allungo di circa 200 mt si effettua un tornante verso sinistra; un allungo di circa 110 mt immette in un tornante verso destra al termine del quale un tratto rettilineo immette al salto; si affronta poi la V9 con ingresso sul lato sinistro del tracciato.

All’uscita della V9 un rettilineo di circa 150 mt immette in un ampio tornante, al termine del quale il concorrente affronterà la V8 per poi immettersi nella corsia box, affrontando un rettilineo di circa 300 mt per concludere il primo giro della prova.

MASTERS' SHOW

Prova SHAKEDOWN:
La partenza della prova è posta all’interno della Curva Parabolica; dopo circa 50 mt si affronta la V18 con ingresso sul lato sinistro del tracciato.
Dopo circa 400 mt si affronta la V8 con due ampi tornanti verso destra e sinistra, in successione si affronta la V9 con ingresso su lato destro del tracciato; un leggero tratto rettilineo immette al salto, dopo circa 250 mt si affronta la prima parte della V10 con un leggero raccordo verso destra e due tornanti in successione, verso sinistra e verso destra; un leggero allungo immette nella parte finale della V10 con ingresso sul lato sinistro.
Usciti dalla variante, dopo circa 400 si affronta la Prima Variante. All’ingresso della Curva Biassono, si percorre la V12, con ingresso sul lato sinistro, mentre all’uscita della stessa si percorre la V13, sempre con ingresso sul lato sinistro.

Arrivati alla Seconda Variante, dopo aver superato la prima curva verso sinistra, vengono effettuati una serie di tornati verso destra, sinistra, curva di raccordo ed ancora tornante verso sinistra e poi verso destra per riprendere la normale direzione di marcia verso la Prima Curva di Lesmo.
All’uscita della curva si percorre la V14 con ingresso sul lato sinistro, all’uscita un allungo porta alle Seconda Curva di Lesmo e poi verso la Curva del Serraglio.

Alla Curva del Serraglio si affronta la V15 con ingresso sul lato destro del tracciato, in uscita si imbocca la discesa che porta al sottopasso e di seguito alla Variante Ascari; a circa due terzi della variante un tornante verso destra immette al fine prova.