Kalle Rovampera campione del mondo WRC 2 Pro. L’addio con vittoria in WRC 2 per Solberg

Con la quinta vittoria della stagione, il giovane finlandese conquista il suo primo titolo WRC

kalle rovampera

Kalle Rovampera - Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Kalle Rovampera, il 19enne che ha corso nel 2019 la sua prima stagione completa del WRC, ha festeggiato ieri in Galles la conquista del titolo mondiale WRC 2 Pro. Quella del Galles è stata per il giovane finlandese la quinta vittoria della stagione. Il compagno di squadra Jan Kopecký ha chiuso al secondo posto con 4 minuti e 47 secondi di ritardo. Terzo posto per Gus Greensmith, il britannico ha chiuso alla deriva con più di 40 minuti di ritardo accumulati dopo aver distrutto la sospensione posteriore destra della sua Ford Fiesta.

WRC 2. Le emozioni sono aumentate quando il favorito dei fan Petter Solberg ha vinto il WRC 2 nella sua gara d’addio. Il campione del mondo del 2003, quattro volte vincitore del Rally GB, ha guidato la sua Volkswagen Polo sul podio a Llandudno con un vantaggio di 18,8 secondi sulla Skoda Fabia di Pierre-Louis Loubet. La coppia ha combattuto con le unghie e con i denti per il primo posto. Poi Loubet si è accontentato del secondo posto, che gli ha permesso comunque di prendere la testa del campionato. Sul podio a festeggiare la vittoria con Solberg, i suoi ex team manager David Richards (Subaru) e Malcolm Wilson (Ford) con i caschi commemorativi.

Petter Solberg con David Richards (Subaru) e Malcolm Wilson (Ford) Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Il podio in WRC 2 è stato completato da Adrien Fourmaux con la Fiesta. Il francese ha tenuto a bada il giovane boliviano Marco Bulacia, finito quarto. L’italiano Fabio Andolfi e il cileno Alberto Heller chiudono in quinta e sesta posizione. Il diciottenne Oliver Solberg, che ha superato il test di guida solo la settimana prima della gara, ha avuto un fine settimana ricco di colpi di scena. Dopo essersi ritirato sia venerdì che sabato, è tornato nella mischia domenica per la terza volta e ha vinto le prime due prove.