CIR, intervista a Luca Rossetti: “In Friuli voglio vincere”

In attesa del Rally del Friuli il pilota di Pordenone ci parla della gara, degli obiettivi e del campionato

luca rossetti

Alla sua 17esima partecipazione sulle strade di casa Luca Rossetti è pronto per affrontare la sesta gara del CIR 2019 sempre al fianco di Eleonora Mori, a bordo della Citroen C3 R5 ufficiale. Il pilota di Pordenone attualmente è terzo assoluto nella classifica di Campionato a 18 punti da Basso, dietro a Campedelli ed inseguito da Crugnola.

Rally del Friuli, quali sono le sensazioni e gli obiettivi?

È una gara che mi è sempre piaciuta, con un percorso molto tecnico, molto guidato. Al Friuli ho vinto nel 2008 con la Peugeot 207 e nel 2011 su Abarth Grande Punto S 2000. Quindi direi sensazioni positive. L’obiettivo principale sarà ovviamente cogliere il risultato che ancora non è arrivato in questa stagione: una vittoria.

Ti senti nella posizione di dover obbligatoriamente vincere questa gara?

La voglia di vincere è ciò che ti muove verso il risultato ed io ho molta voglia. Ma allo stesso tempo rimango sereno e concentrato.

Chi ti impensierisce di più tra i tuoi avversari?

Il livello è molto alto. Senza dubbio i “soliti” tre: Basso, Campedelli e Crugnola. In particolare Campedelli e Crungola sono due avversari alla pari da non sottovalutare. Da tenere in considerazione anche Albertini che ha un buon feeling in questa gara e sicuramente Perico.

Un buon feeling con Eleonora Mori?

L’equipaggio funziona molto bene e cresce chilometro dopo chilometro.

Dopo Udine toccherà al Due Valli e poi al Tuscan Rewind.

Si tratta di due gare amiche, ma conosciamo il livello degli avversari e non lasciamo nulla al caso. Ora però ci concentriamo su Udine.

Aspettative sul meteo in questa gara: meglio asciutto o bagnato?

Abbiamo provato le gomme Pirelli sul bagnato, mi sento abbastanza pronto in entrambe le circostanze. In termini di vettura, velocità tutto il pacchetto funziona e il livello è di assoluto spessore.