ERC, inizio impegnativo per Racingnetwork con Nucita e De Guio al Rally Serras de Fafe

0

Gara resa difficilissima dal maltempo

Nucita

Andrea Nucita e Elia De Guio Su Hyundai i20 Rally2 al Rally Serras de Fafe Grande

Un weekend molto più impegnativo delle aspettative ha contraddistinto la gara di Racingnetwork al Rally Serras de Fafe, Felgueiras, Boticas, Vieira do Minho e Cabeceiras de Basto, primo round del FIA European Rally Championship 2023 corsosi nel weekend appena trascorso in Portogallo. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

La squadra corse italiana, fiore all’occhiello del progetto ideato da Alessandro Furci a fine 2021, ha schierato il pilota di punta Andrea Nucita, navigato in questa occasione da Elia De Guio, con la Hyundai i20 N Rally2 di Friulmotor gommata MRF Tyres. L’elenco iscritti con oltre 40 vetture di classe Rally2/R5 lasciava già presagire che sarebbe stata una sfida particolarmente impegnativa, ma il maltempo abbattutosi sulla regione per tutta la settimana ha aumentato la difficoltà della sfida specie per chi, come Racingnetwork, si approcciava per la prima volta a questa gara.

Nucita e De Guio sono partiti con la giusta cautela sulla prova spettacolo d’apertura ricavata nel centro di Fafe, consapevoli che la gara vera si sarebbe poi accesa sabato 11. Nella prima parte della tappa inaugurale, l’equipaggio ha faticato a trovare il ritmo sia per un set-up non perfetto nelle condizioni estreme in cui versavano le prove speciali, sia per il fatto che Nucita si è trovato in più occasioni rallentato alle spalle del concorrente che precedeva, Questi aspetti e l’annullamento di tre prove speciali non hanno consentito all’equipaggio di prendere il ritmo come avrebbero voluto.

Nel corso della seconda frazione di gara, in condizioni meno limite, Nucita ha aumentato il passo recuperando qualche posizione e iniziando a riacquistare consapevolezza regalando anche spettacolo sul Salto do Pedra Sentada, vera leggenda del rallysmo mondiale. In apertura del secondo giro però, i solchi scavati dalle vetture nel corso della mattinata hanno tratto in inganno il pilota Racingnetwork che ha toccato l’anteriore destro danneggiando un braccetto, episodio che ha costretto Nucita e De Guio al ritiro.

Andrea Nucita:
“Non è stato l’inizio che avremmo voluto, una gara difficile sotto ogni punto di vista, condizioni delle prove in primis. Dispiace che sia finita così, ma le gare sono anche questo. Abbiamo del lavoro da fare prima delle Canarie, continueremo a lavorare e ad impegnarci perché sappiamo di essere sulla buona strada. Ci rifaremo il prima possibile”.