Ronde del Canavese come il Monte-Carlo, Ghelfi al comando. Sesto tempo per Santini’s brother con la 600

0

Rusce passa al secondo posto e terzo Tortone

Si, anche nel 2023 i rally si corrono con la neve, la Ronde del Canavese come il Monte-Carlo. Malgrado i tanti impedimenti e problemi, il lavoro degli spazza neve e l’accorciamento di quattro chilometri della prova, ha permesso agli organizzatori di RT Motorevent di far continuare la gara. Nevica ancora sul tracciato mentre i concorrenti che hanno deciso di continuare si apprestano ad affrontare il secondo (terzo per il programma) passaggio. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

In un paesaggio da cartolina, che per altro non regala nessun particolare godimento per i concorrenti, svetta la Skoda Fabia dei canavesani Cristian Milano e Nicolò Cottellero i quali precedono di 2″3 la vettura identica di Loris Ghelifi e Roberto Ruggeri i quali approfittano del riscontro cronometrico sensibilmente alto di Antonio Rusce e Martina Musiari per balzare al comando. Enrico Tortone e Gabriele Romei chiudono con il terzo tempo seguiti nella generale dal già citato Rusce e da Riccardo Lopes e Stefano Bruzzese al via sulla Hyundai I20.

La prova viene momentaneamente sospesa dopo il passaggio di sette vetture a causa della caduta di una pianta nei pressi del fine prova. La prova riprende regolarmente dopo alcuni minuti. La classifica dopo questo passaggio vede in testa GhelfiRuggeri i quali precedono Rusce e Musiari di 4″4. Terzi Tortone e Romei seguiti da MilanoCottellero, questi ultimi primi fra i canavesani.

Nessuno purtroppo ha comunicato a Federico Santini e la sorella Tatiana che questo weekend non correvano con la Skoda, ma con la Fiat 600 A0 e loro hanno ugualmente centrato la top ten, con un tempo di 7’48.6 ottenendo il sesto tempo assoluto.

Rispondi