Andreucci-Briani vincono tutte le prove del Rally del Brunello e chiudono il Campionato Italiano Rally Terra

Completano il podio nel centro di Montalcino le Skoda di Mabellini-Lenzi all’esordio sterrato e Oldrati-De Guio, divisi da 2.8”

Andreucci

ANDREUCCI PAOLO-BRIANI RUDY, SKODA FABIA R5 #1

Al Rally del Brunello è arrivato il sigillo di Paolo Andreucci e Rudy Briani sul Campionato Italiano Rally Terra 2022. La coppia sulla Skoda Fabia si è presentata dalle parti di Montalcino per il sesto ed ultimo appuntamento della stagione tricolore con il titolo di Campioni Italiano già acquisito, ma non ha mancato l’occasione per confermare il proprio dominio nella serie. Il pilota garfagnino, fresco del tredicesimo titolo personale, si è dimostrato imbattibile anche sulle strade bianche iconiche per la specialità, celebri per i passaggi del Mondiale Rally negli anni ’80. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

Un palcoscenico ideale per lo spettacolo finale andato in scena su 7 prove speciali lungo i tratti “Pieve a Salti”, “La Sesta” e “Badia Ardenga” per 64 chilometri cronometrati in tutto. Un percorso che ha esaltato il talento di Andreucci e Briani, capaci di dominare la gara con il miglior tempo su ogni prova per centrare la quinta vittoria in campionato su sei rally disputati.

Come nel precedente round i principali avversari sono stati Alberto Battistolli e Simone Scattolin, anche loro su Skoda. L’equipaggio di ACI Team Italia, vincitore al Rally delle Marche, stavolta non è riuscito ad avere la meglio ma è rimasto in scia dei leader fino alla penultima prova speciale, alla quale è arrivato con 15’’ di distacco. Dopo 2km però sono incappati in un capottamento nell’atterraggio dopo un dosso, senza conseguenze per l’equipaggio, che li ha però costretti al ritiro. Alle spalle del duello di vertice si è svolto invece il testa a testa per la seconda e terza posizione che, al netto del ritiro di Battistolli, ha premiato entrambi i protagonisti con il podio. Ad avere la meglio sono stati Andrea Mabellini e Virginia Lenzi, nel loro esordio sterrato su una vettura a quattro ruote motrici. Il bresciano, quest’anno laureatosi Campione Italiano Due Ruote Motrici, ha saputo mettersi subito in mostra e ha duellato fino all’ultimo chilometro con Enrico Oldrati ed Elia De Guio, loro tra i principali interpreti di questo tricolore sterrato. Tra le due Skoda Fabia, al rientro a Montalcino hanno avuto la meglio gli esordienti Mabellini-Lenzi per appena 2.7’’, ma il pilota bergamasco con il terzo gradino del podio ha segnato comunque i punti necessari per chiudere da vicecampione del CIRT 2022.

Nelle prime dieci posizioni si piazzano tutte Skoda Fabia Rally2, tra le quali emerge l’ottima la prestazione di Christian Merli, il Campione Europeo della Velocità in Montagna chiamato ad una rara partecipazione in un rally. Il pilota trentino navigato da Massimo Furlini è riuscito a confermare la sua velocità e ha chiuso a sorpresa a ridosso del podio. Al quinto posto assoluto segue il sammarinese Jader Vagnini, grande protagonista di questo campionato alla prima apparizione in coppia con la giovane navigatrice Carlotta Romano. Sesto crono complessivo, invece, per il versiliese Emanuele Dati in coppia con Giacomo Ciucci, che nel primo giro di prove ha dovuto fare i conti con alcune difficoltà legate all’assetto, mentre chiude settimo Luca Hoelbling con Stefano Righetti. Completano le posizioni che offrono punti per il CIRT il pilota di casa Valter Pierangioli con Sauro Farnocchia alle note, Versace-Giatti e Sandrin-Corda, tutti su Skoda Fabia. Appena fuori dai primi dieci Tamara Molinaro al volante con Piercarlo Capolongo sul sedile di destra.

Da sottolineare al sedicesimo posto assoluto il risultato di Thomas Paperini, navigato da Simone Fruini, che ha lanciato all’esordio sterrato la Toyota Yaris GR con la quale ha conquistato quest’anno il trofeo monomarca sugli asfalti del CIAR Sparco e del CIRA. Tra le Rally4 la vittoria è andata a Fabrizio Martinis e Valentina Boi su Peugeot 208, davanti alla vettura gemella del diciannovenne Geronimo Nerobutto navigato dalla sorella Francesca. Il ragazzo trentino con questo risultato si assicura il montepremi riservato al miglior Under 25 tra le due Ruote Motrici, da destinare alla partecipazione al prossimo Campionato Italiano Assoluto Rally Junior 2023. Nella categoria N4 figura, di nuovo, Filippo Baldinini affiancato da Daniele Conti su Mitsubishi Evo IX, già vincitore della Coppa ACI Sport di classe. Un’altra conferma tra i giovani volti dei rally italiani, su sterrato e non, arriva dalle Rally 5 dove emerge il nome del giovanissimo trevigiano Marco Zanin, con Massimo Moriconi su Renault Clio.

Epilogo di stagione sfortunato invece per “Barone Jr” e Sofia D’Ambrosio, protagonisti di un capottamento avvenuto nel corso della PS5 “La Sesta 2”. L’equipaggio a bordo della Peugeot 208 ha urtato un terrapieno per poi ribaltarsi al centro della strada, impedendo quindi alle vetture rimanenti di disputare la prova. Ritiro anche per un altro giovane protagonista soprattutto sullo sterrato come Matteo Fontana e Alessandro Arnaboldi, sempre su Peugeot, uscito dopo i primi 7 chilometri della PS1 “Pieve a Salti 1” a seguito di una toccata che ha causato danni al radiatore.

CLASSIFICA ASSOLUTA RALLY DEL BRUNELLO: 1. Andreucci-Briani (Skoda Fabia R5) in 38’47.5; 2. Mabellini-Lenzi (Skoda Fabia R5) a 1’01.2; 3. Oldrati-De Guio (Skoda Fabia R5) a 1’04.0; 4. Merli-Furlini (Skoda Fabia R5) a 1’45.9; 5. Vagnini-Romano (Skoda Fabia R5) a 1’50.4; 6. Dati-Ciucci (Skoda Fabia R5) a 1’52.7; 7. Hoelbling-Righetti (Skoda Fabia R5) a 1’53.6; 8. Pierangioli-Farnocchia (Skoda Fabia R5) a 2’05.6; 9. Versace-Giatti (Skoda Fabia R5) a 2’23.5; 10. Sandrin-Corda (Skoda Fabia R5) a 2’33.8;

CALENDARIO CAMPIONATO ITALIANO RALLY TERRA 2022: 19-20 marzo | XIII Rally della Val d’Orcia; 14-15 maggio | 29° Rally Adriatico; 8-9 luglio | 50° San Marino Rally; 16-17 settembre | Rally dei Nuraghi e del Vermentino; 14-15 ottobre | Rally delle Marche; 10-11 dicembre | Rally del Brunello (coeff. 1,5)

CLASSIFICA CIRT: 1. Andreucci-Briani (Skoda Fabia Evo) 94,5pt; 2. Oldrati-De Guio (Skoda) 62pt; 3. Costenaro-Bardini (Skoda) 40pt; 4. Tonso-Fappani (Skoda) 30pt; 5. Battistolli-Scattolin (Skoda) 27pt; 6. Vagnini-Franchina (Skoda) 30pt; 7. Ceccoli-Capolongo, Trevisani 15pt; 9. Dati-Ciucci (Skoda) 21,5pt; 10. Dettori-Pisano (Skoda) 14pt