Un Liburna travagliato per Campedelli che chiude a ridosso del podio: “Limitato i danni”

Nonostante un weekend decisamente travagliato, i portacolori di Island Motorsport riescono a chiudere quarti assoluti

simone campedelli liburna

Simone Campedelli e Gianfranco Rappa

È stata un Liburna Terra decisamente travagliato, quello vissuto da Simone Campedelli nel fine settimana agonistico appena trascorso. Nonostante tutto, il portacolori della scuderia siciliana Island Motorsport, col supporto della Tempo srl, ha chiuso a ridosso del podio piazzandosi quarto assoluto nell’atto conclusivo del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT).

Cimentatosi sugli sterrati del Pisano con una novità, ovvero, alla guida della Skoda Fabia Evo R5 (in sostituzione della consueta Volkswagen Polo), seppur sempre curata dalla Step Five Motorsport e gommata MRF Tyres, nonché condivisa col fido navigatore Gianfranco Rappa, il pilota romagnolo ha attaccato sin dalle battute iniziali incappando però in un testacoda durante la seconda prova speciale (primo passaggio della Riparbella) delle otto effettivamente disputate, costato carissimo in termini di ritardo dalla vetta. Proseguendo col giusto piglio, il pilota cesenate ha provato a recuperare parte del terreno perduto quando, poco dopo lo start della quinta frazione cronometrata (ancora la Riparbella), si è letteralmente ritrovato in mano la leva del cambio; senza perdersi d’animo, si è ingegnato come un novello MacGyver (noto personaggio dell’omonima serie televisiva) rimpiazzandola con due chiavi inglesi tenute insieme dal nastro adesivo per procedere deciso fino alla bandiera a scacchi, seppur in tali condizioni precarie.

“Tutto sommato e al netto dei vari contrattempi, abbiamo limitato i danni per quanto dispiaccia un po’ non essere riusciti a sfruttare al meglio le grandi potenzialità della vettura – ha commentato Campedelli all’arrivo – Ma quel che più conta è che il team MRF sia riuscito a conquistare il titolo tricolore, frutto di un ben riuscito lavoro di squadra protrattosi nell’arco dell’intera stagione. Detto questo, vorrei ringraziare l’intera compagine isolana: dalla Island Motorsport per il supporto ricevuto, al mio più che valido “naviga” Gianfranco, dimostratosi sempre all’altezza della situazione, aspetto per nulla scontato al primo anno insieme”. Archiviata la gara toscana, Campedelli sarà chiamato ad un altro impegno di livello: il Rally Islas Canarias, appuntamento valido per l‘”Europeo” di specialità e in programma dal 18 al 20 novembre prossimi.