Il maltempo ferma il Rally Critérium des Cévennes. Stop della Prefettura, troppo rischioso

Al comando della gara dopo tre prove speciali Yoann Bonato e Benjamin Boulloud

Il maltempo ferma il campionato francese di rally. La Prefettura di Gard ha emanato pochi minuti fa un’ordinanza che ordina lo stop delle prove speciali della seconda tappa del Rally Critérium des Cévennes, l’ordinanza sarà valida fino a sabato a mezzogiorno. Il Rally Critérium des Cévennes si corre intorno a Montpellier nell’Hérault ed è organizzato da ASA Hérault.

Oggi gli equipaggi hanno percorso solo tre delle sei prove speciali in programma, per un totale di circa quarantacinque chilometri. La Prefettura, constatato il continuo peggioramento delle condizioni atmosferiche ha deciso di fermare fino a domani pomeriggio la manifestazione francese. La gara potrebbe riprendere sabato pomeriggio se le condizioni dovessero migliorare. Il comune di La Gard nella regione di La Lozère sono sotto allerta arancione. Le previsioni dicono che le piogge iniziate venerdì si intensificheranno durante la notte e fino al pomeriggio di sabato. Le precipitazioni si sposteranno in direzione della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra (PACA). Gli organizzatori, non hanno potuto far altro che accettare la decisione presa dalla Prefettura e allo stesso tempo invitano i tanti appassionati giunti sul posto per seguire la gara a prestare la massima attenzione alle indicazioni prefettizie.

Dopo i quarantacinque chilometri di gara, al comando c’è Yoann Bonat, navigato da Benjamin Boulloud, sulla Citroen C3 Rally2, seguito a poco più di 18 secondi da Quentin Giordano e Kévin Parent su Volkswagen Polo GTI R5 e da Ludovic Gal e Geoffrey Combe sull’altra Polo. In quarta posizione Robert Cèdric e Matthieu Duval sulla Alpine A110 Rally RGT. Altra ottima prestazione quella di Anthony Fotia e Didier Sirigue, che hanno portato la “tuttavanti” francese Renault Clio Rally4.