Trofeo Aci Como, ancora Fontana il più veloce su “Val Cavargna”. Carella continua il recupero su Rossetti

Il piacentino su Skoda Fabia R5 lima il distacco dal friulano sulla i20 R5, ora distanti 4.4” nella volata per il titolo

Fontana

Corrado Fontana - Nicola Arena - Trofeo Aci Como

Ottima ripartenza nella seconda mattinata di gara al Trofeo ACI Como per Corrado Fontana e Nicola Arena. I campioni uscenti del CIWRC a bordo della Hyundai i20 WRC hanno segnato il secondo scratch consecutivo al primo passaggio sulla lunga prova speciale “Val Cavargna” (21,8 chilometri) in 15’25.4. e si confermano leader assoluti della gara. Dietro di loro va avanti la sfida per il titolo tricolore tra le R5 di Carella-De Guio e Rossetti-Fenoli. Il piacentino sulla Skoda Fabia sta recuperando il distacco patito nella prima prova speciale della giornata di ieri dal friulano, che mantiene quindi il vantaggio di 4.4’’ nell’assoluta nello scontro diretto. Carella ha segnato il secondo tempo in questa prova con un margine di 2.3’’ da Fontana. Per Rossetti terzo tempo a 6.6’’. L’assoluta a due prove dal termine, per il secondo giro sugli stessi tratti cronometrati, dice: Fontana davanti a tutti, Rossetti secondo a +10.2’’, Carella terzo a +14.6’’.

Molto bene Giuseppe Testa che aumenta il ritmo sulla Skoda Fabia R5 all’esordio sulle prove lariane e rimane in quarta posizione assoluta a 21.5” dal vertice. Quarto assoluto Andrea Spataro (Skoda), lui invece di casa sugli asfalti comaschi, che prosegue con il freno a mano tirato e la testa già proiettata al suo prossimo appuntamento, quello cruciale, nella Finale Nazionale al Rally Città di Modena programmata tra 7 giorni. Ha perso quota Luca Bottarelli, partito questa mattina dalla seconda posizione ma scivolato in dietro in classifica con il testacoda sulla PS3 “Alpe Grande”, poi con il settimo tempo sulla “Val Cavargna” dove ha sofferto problemi ai freni della sua Skoda Fabia R5. Ora il giovane bresciano si trova sesto a 32” da Fontana. Buono l’esordio di Claudio Arzà (Skoda) che prende confidenza con  l’asfalto scivoloso delle speciali lariane. Gestisce la leadership del trofeo Michelin Rally Cup Alessandro Gino (Skoda), ottavo assoluto con 49” di gap. Completano la top ten assoluta Ivan Ferrarotti al debutto su Citroen C3 R5 e l’outsider Marco Roncoroni (Skoda).