Al Due Valli Nicelli (già campione) conquista la gara finale del Clio Trophy, ma gli sfugge l’R1

Nonostante la vittoria anche nell’ultima gara, Nicelli deve “accontentarsi” del secondo posto in R1

rally due valli davide nicelli

Davide Nicelli

Il 39° Rally Due Valli ha ospitato la gara conclusiva della stagione del Clio Trophy Italia, con sette Clio Rally5 allo start. A scrivere il suo nome nell’albo d’oro del trofeo Renault nel rally veronese è stato Davide Nicelli che, già campione con una gara di anticipo, ha voluto così festeggiare il titolo 2021 al volante della Clio con i colori della HK Racing e con Tiziano Pieri al suo fianco, chiudendo al 18esimo posto assoluto e primo fra le R1.

Rispettando il copione già visto in altre gare, il rivale diretto di Nicelli è stato Mattia Zanin sulla Clio Rally5 della NDM Tecno con Fabio Pizzol alle note. Al termine delle sette speciali affrontate, una il venerdì e poi le due serie da tre ciascuna del sabato, per un totale di quasi 340 chilometri di cui 95 di prove speciali, Nicelli ha preceduto Zanin di 22,3 secondi, seguiti a loro volta dalla coppia Alfred Junior Kramer e Jeannette Kvick con un distacco di poco meno di due minuti dal leader.

Fuori dal trofeo è da segnalare il grande risultato ottenuto da Andrea Mabellini, in coppia con Virginia Lenzi: il duo della HK Racing ha infatti portato alla vittoria fra le 2RM la Clio Rally4, chiudendo la gara all’undicesimo posto assoluto.

Tornano all’equipaggio vincitore, Nicelli e Pieri erano sempre al via con la Clio Rally 5 dell’ HK gommata Michelin e supportati dalla scuderia Sport e Comunicazione. “Il fine settimana non era iniziato al meglio – ha detto il giovane pilota stradellino – ma è stato da stimolo per dimostrare a tutti che dopo aver staccato un ottimo tempo sulla prova di venerdì pomeriggio, i conti in R1 sabato i nostri avversari dovevano farli con noi, e infatti oltre a condurre la gara davanti dalla prima all’ultima prova tra le Clio, anche tra le R1 abbiamo sempre primeggiato”.

“Sono molto contento – ha aggiunto Nicelli – perchè su alcune prove eravamo vicini alle Rally4 guidate da piloti veloci. Sono rammaricato perchè nonostante le nostre ottime prestazioni e nonostante abbiamo dominato la categoria in tutte le gare a parte Sanremo, dobbiamo accontentare del secondo posto nell’Italiano R1. Purtroppo il sistema di punteggio ci ha privato della vittoria. Ora pensiamo e lavoriamo ai prossimi impegni che ci aspettano. Per i risultati che abbiamo ottenuto – ha concluso Nicelli – voglio ringraziare HK, Renault, Michelin, Tiziano (Pieri ndr.), Sport e Comunicazione, amici, i fan e mio padre, senza uno di questi elementi tutto il buono che abbiamo fatto non sarebbe stato possibile”.