Rally del Tirreno, 120 gli equipaggi confermati: il programma delle dirette

Pioggia di adesioni per la classica messinese che sarà la quarta e penultima prova del CRZ e prova valida anche per il TRZ e per il Campionato siciliano

Rally del Tirreno

Marco Pollara e Giuseppe Princiotto - Foto Gallà

Mancano poche ore alla chiusura delle iscrizioni del Rally del Tirreno e sembra proprio che il fascino della notte abbia fatto ancora colpo. Gareggiare con la luce dei fari, specie in questo periodo che di giorno le temperature sono roventi, ha fatto ancora da gran richiamo. Il rally in notturna, uno dei pochi rimasti nel panorama nazionale, rappresenta un’attrazione in più per una gara di per sé affascinante.

Il numero non ancora definitivo, dal momento che le iscrizioni si chiuderanno in tarda serata costituisce già un gran bel successo e la qualità degli equipaggi iscritti lascia presagire una gara di grande spettacolo. Ci sarà innanzitutto il vincitore della scorsa edizione, lo Junior palermitano Alessio Profeta con la Skoda Fabia, capace in questa stagione particolarmente significativa per lui di risultare il miglior italiano alla prova Italiana del Campionato Mondiale, disputata in Sardegna agli inizi di giugno.

Come lo scorso anno, quando al Tirreno riporto un bellissimo successo, mentre alle sue spalle una serie di colpi di scena cambiarono più volte la graduatoria, dovrà fronteggiare una folta schiera agguerrita di avversari. Primo fa tutti l’esperto pilota di lungo corso, l’alcamese Marcello Calandrino al volante di una Skoda identica alla sua.

Pronto a sfidare le due R5, vetture sulla carta più performanti, il nisseno Roberto Lombardo che con la Peugeot 208 Super 2000 ha dominato le prime due gare valide per il CRZ ovvero “il Regionale” della Targa Florio e il Rally di Caltanissetta e ha chiuso al secondo posto il recente Rally dei Nebrodi dietro l’altro emergente giovane palermitano di Prizzi Marco Pollara. Fra i sicuri protagonisti anche Andrea Nastasi, trapanese di nascita ma residente in provincia di Messina affiancato da Graziella Rappazzo.

Dopo le modifiche al percorso con l’accorciamento da 9,7 chilometri a 9,050 della speciale “Colli 4 strade” che i protagonisti affronteranno come prima, terza e quinta prova del Rally, non ci sono state ulteriori ritocchi al programma che prevede invariata l’altra prova “Rometta“ come PS 2/4/6. Pronta la nuova tabella di marcia, adesso si avvicinano le giornate “calde” della manifestazione con il sabato la cui mattinata sarà dedicata agli accrediti degli equipaggi , dei team e degli addetti ai lavori mentre nel pomeriggio a tenere banco sarà lo shakedown grazie al quale i piloti potranno testare le vetture di gara su strada chiusa in vista della partenza. Il via alla gara sarà dato allo scoccare della mezzanotte dallo stesso sito dove gli equipaggi torneranno, dopo aver percorso i primi due passaggi alle alle 00.29 sulla P.S. “Colli 4 Strade” e alle 01.13 sulla “Rometta”. Alle 2.05 il primo riordino e a seguire il parco assistenza. Le prove del secondo e terzo loop saranno  rispettivamente alle 3.49 e alle 7.09 la “Colli 4 Strade” e alle 4.33 e alle 7.53 la “Rometta”, inframezzati dal secondo riordino e relativo Parco Assistenza. L’arrivo alle  9.05. La gara sarà trasmessa in diretta streaming su Facebook e Youtube.