Simone Campedelli “ko” al Rally Poland: “Deluso, adesso pensiamo a Roma”

Un problema al servosterzo ferma il pilota italiano nel primo appuntamento del campionato europeo

simone campedelli

Simone Campedelli e Tania Canton - Wolkswagen Polo R5

Simone Campedelli non potrà prendere parte all’Orlen Rally Poland a causa di un problema al servosterzo. Il pilota del Team MRF Tyres finisce fuori dal primo evento del FIA European Rally Championship dopo solo la speciale numero 1, ma non vuole abbattersi.

“Abbiamo avuto tre buoni risultati in Italia con la squadra e con MRF e siamo arrivati qui davvero preparati – ha detto Campedelli -. Sicuramente è una nuova avventura e dobbiamo essere molto umili perché sappiamo che il livello della competizione è molto alto e i piloti sono molto veloci, come stanno dimostrando”.

“Il problema è nel servosterzo – ha aggiunto Campedelli -. La squadra ha avviato i contatti con Volkswagen Motorsport per risolverlo, hanno dato tutto il supporto, il supporto è stato davvero alto ma non siamo stati in grado di sistemarlo. Quando non sei sicuro in queste PS non è uno scherzo perché la velocità media è davvero alta e se succede come nelle qualifiche quando il volante diventa così difficile da girare è troppo pericoloso e preferisco dire, ‘no, non è il momento giusto e dobbiamo sistemarlo per assicurarci che sia a posto”.

“Purtroppo sembra uno scherzo perché abbiamo fatto solo una speciale, ma nel motorsport questo tipo di cose succedono. Speri che non ti capiti, ma questa è la vita e bisogna accettarla e noi dobbiamo recuperare tutte le energie per prepararci al Rally di Roma Capitale“.