Paolo Andreucci al via in Sardegna per continuare lo sviluppo delle MRF Tyres

Al fianco di Andreucci ci sarà Rudy Brani, assente per motivi personali Francesco Pinelli

Andreucci Pinelli Sardegna

Paolo Andreucci Francesco Pinelli (Skoda Fabia R5 Evo #1, M33

Torna l’appuntamento con il campionato Italiano Rally Terra per Paolo Andreucci, sviluppatore ufficiale dei pneumatici MRF Tyres, che questo weekend sarà al via del secondo round stagionale che si disputerà tra le strade sarde del mondiale, contestualmente all’appuntamento valido per il World Rally Championship.

Il pilota garfagnino sarà in cerca di riscatto visto l’avvio di stagione sfortunato al Rally Adriatico. Un rally conclusosi non nel migliore dei modi, ma dove è comunque riuscito a dimostrare il potenziale nello shakeodwn che aveva preceduto la gara. La vettura con il quale prenderà lo start, è sempre la Skoda Fabia R5 Evo2 del Team H Sport di Silvio Lazzara, supportato dalla scuderia M33 e Skygate. Ad affiancare Andreucci, in questa occasione non ci sarà Francesco Pinelli, assente per impegni personali, ma ritorna sul sedile di destra Rudy Briani.

“Sarà un bel momento tornare in Sardegna – ha commentato Paolo Andreucci – la mia ultima partecipazione risale al 2015, nella gara del mondiale, che chiusi all’ottavo posto assoluto. Il 2014 è stata l’ultima occasione nella quale ho corso la gara nazionale a seguito del WRC e sono sicuro che anche questa volta sarà un rally molto duro. Occorrerà grande sensibilità di guida per seguire le linee tracciate dai piloti del mondiale, cercando di evitare pietre che potrebbero portare a forature inaspettate. Sappiamo di avere una macchina molto competitiva, quindi l’obiettivo sarà quello di massimizzare il nostro impegno per chiudere con un risultato importante che ci permetta di marcare dei punti utili per il campionato”.

Saranno quattro le prove speciali che i piloti del Rally Italia Sardegna valido per il CIRT impegneranno per darsi battaglia. Dopo lo shakedown in programma per giovedì, i piloti della serie tricolore battaglieranno su due speciali da ripetere due volte “Filigosu-Sa Conchedda” di 22,29 chilometri e “Terranova” di 14,36 chilometri. I piloti del tricolore entreranno in coda ai piloti del mondiale, quindi sarà fondamentale fare attenzione allo stravolgimento del fondo stradale, in seguito al passaggio della carovana mondiale. La partenza avverrà da Olbia, al Parco Assistenza allestito in località Isola Bianca, mentre il service tra i due giri sarà remoto, come nei rally degli anni d’oro, in località Monti alla Cantina del Vermentino. Arrivo nuovamente ad Olbia dalle ore 18.30 di venerdì.