Verzegnis-Sella Chianzutan, Domenico Cubeda è il più veloce nelle ricognizioni

Domenica alle 9 scatta il secondo round di Campionato Italiano Velocità Montagna alla gara friulana organizzata dalla E4Run

Verzegnis-Sella Chianzutan Cubeda

Domenico Cubeda - Osella FA30

In Friuli si riaccendono i motori per la seconda prova del Campionato Italiano Velocità Montagna. Domenico Cubeda su Osella FA30 di gruppo E2SS 3000 stacca il miglior riscontro cronometrico di giornata nelle ricognizioni alla 5esima Verzegnis-Sella Chianzutan. Domani domenica 30 maggio dalle 9 scatta la prima delle due gare in programma. Dalle 13.30 gara 2 in diretta su Aci Sport TV (228 Sky) in streaming e sui social del Campionato Italiano Velocità Montagna. I grandi protagonisti delle cronoscalate tornano in Friuli Venezia Giulia, per un fine settimana all’insegna dello sport motoristico più tradizionale, quello corso sulle strade di tutti i giorni che per un weekend all’anno diventano palcoscenico per i campioni della velocità, capaci di dare il meglio di se sui tornanti dei percorsi più belli della penisola italiana. In attesa della giornata di gara, oggi si sono disputate le due manche di ricognizione del percorso, dove anche la pioggia ha voluto fare capolino tra i due passaggi per rendere ancora più incerta una giornata dedicata ai test in previsione di una domenica dove invece, al momento si prevede bel tempo. Questo intermezzo climatico ha portato alcuni piloti a non prendere il via nella seconda manche e gli altri ad effettuare saggiamente la seconda tornata di prove attenti alle strategie per gara di domani.

In queste condizioni le prestazioni migliori si sono viste in mattinata, con il miglior riscontro di giornata arrivato dal siciliano Domenico Cubeda su Osella FA 30 Zytek con il tempo di 2’35”09, seguito dal corregionale Franco Caruso su Norma M20 FC Zytek, e dalla efficace Osella PA2000 del lucano Achille Lombardi. Tutti e tre i piloti hanno raccolto dati da trasferire in soluzioni di setup. Riscontri pressoché simili e da vertice anche per il sardo Omar Magliona che a Verzegnis ha ritrovato ottimo feeling con l’Osella PA 200, poi il giovane trapanese Francesco Conticelli un po’ incerto sulle soluzioni ottimali per la sua Osella FA 30 Zytek. Tra i prototipi CN ottima interpretazione del tracciato del pugliese Francesco Leogrande su Osella PA21.

Tra le sempre affascinanti vetture della classe Gran Turismo, che terranno il pubblico incollato agli schermi, svetta la Ferrari 488 Challenge del padovano Luca Gaetani e sarà duello certo con la gemella del padovano di Superchallenge Roberto Ragazzi. Tra le sinuose forme delle Alfa Romeo 4C del gruppo Silhouette E2SH, l’ascolano Alessandro Gabrielli ha trovato maggior feeling con il tracciato grazie al motore sovralimentato, mentre Marco Gramenzi è concentrato su qualche particolare da modificare in vista della gara. In Gruppo A il veterano Rudy Bicciato si conferma come sempre protagonista con la sua Mitsubishi Lancer Evo, sempre una Mitsubishi Evo si è messo bene in evidenza in Gruppo N l’esperto toscano Lorenzo Mercati.

In Racing Start Plus il miglior riscontro di giornata è arrivato anche in questo caso in mattinata da Vito Tagliente su Peugeot 308, così come in Racing Start Cup dove il migliore in prova è stato di Stefano Miotto su Renault Clio RS. Antonio Scappa e la sua Peugeot 308 svettano invece in Racing Start tra le motorizzazioni turbo, mentre è stato il veneto Marco Cappello a fare la voce grossa sulla Honda Civic Mk4. Nelle auto storiche dopo lo scroscio di pioggia tra i due passaggi, molti piloti, essendo anche i primi a ripartire per il secondo giro, hanno scelto di restare fermi ai box, così il miglior crono di prova anche in questa occasione è arrivato nel primo round dalla Giada T118 portata sui tornanti della Verzegnis – Sella Chianzutan dal pilota valtiberino Ennio Capaccini Bragnani. La gara si svolgerà in assenza di pubblico.