Sale l’attesa per il Rally Italia Sardegna 2021: equipaggi da 23 paesi del mondo

Tutti i big del mondiale in gara nella quinta prova iridata stagionale. Rimangono aperte fino al 26 maggio le iscrizioni per il Campionato Italiano Rally Terra

rally italia sardegna

Un passaggio di Ogier durante il RIS2019 (foto Bettiol)

Sono 58 gli equipaggi iscritti all’edizione 2021 del Rally Italia Sardegna, quinta prova del Campionato del Mondo Rally della FIA in programma dal 3 al 6 giugno prossimo, valida anche per il WRC2, il WRC3 ed il Campionato Italiano Terra. Per la manifestazione, organizzata dall’Automobile Club d’Italia con il supporto della Regione Sardegna, visto il particolare momento dovuto al Covid-19, anche quello del 2021 è un ottimo numero di iscritti, dopo i 64 equipaggi che erano stati registrati ad ottobre nell’ultima edizione. Saranno in totale 23 le nazionalità diverse rappresentate (Italia, Francia, Finlandia, Gran Bretagna, Norvegia, Estonia, Belgio, Spagna, Polonia, Giappone, Russia, Repubblica Céca, Svezia, Bolivia, Ucraina, Paraguay, Germania, Cile, Irlanda, Argentina, Ungheria, Stati Uniti, Svizzera), record uguagliato per la manifestazione, a conferma dell’internazionalità dell’evento, ed a testimonianza di quanto il rally mondiale sia un vero e proprio palcoscenico che promuove la Sardegna e ne diffonde l’immagine nel mondo intero. Sarà presente al via una nutrita rappresentanza di ben 21 piloti italiani (dei quali 7 sono sardi), seguiti dai francesi con 8 iscritti, sono invece 4 i finlandesi e 3 britannici, norvegesi ed estoni con poi via via a seguire tutti gli altri.

Al via della gara ci saranno tutti i principali equipaggi partecipanti al Campionato del Mondo con 11 WRC Plus che saranno affidate ai tre piloti ufficiali di Toyota (Evans, Ogier e Rovanpera), Hyundai (Neuville, Tanak e Sordo) e ai due di Ford M-Sport (Greensmith e Suninen). Ci sarà inoltre anche una quarta Yaris WRC Plus affidata a Takamoto Katsuta e poi altre due Hyundai i20 WRC Plus per Oliver Solberg e Pierre Louis Loubet.

Nel WRC2 sono ben 11 gli iscritti, tra loro spiccano il francese Adrien Fourmaux sulla Ford Fiesta R5 MkII della MSport e poi Andreas Mikkelsen sulla Skoda Fabia Rally2 Evo della Toksport con Marcos Bulacia. Ci sarà anche lo svedese Tom Kristensson (Ford Fiesta R5 MkII) e sulla stessa vettura sarà presente anche quest’anno Martin Prokop, alla sua 16a partecipazione alla corsa isolana. Da segnalare poi anche la partecipazione delle Hyundai i20 R5 di Veiby, Huttunen e Andrea Crugnola, e quella del campione in carica Mads Ostberg su una Citroen C3 R5 ufficiale, ed inoltre quella del nostro Brazzoli (Skoda Fabia). Nel WRC 3 sono 16 i piloti al via, da segnalare le presenze delle due Citroen C3 di Ciamin e Rossel ed inoltre quella del polacco “Kajto” Kajetanowicz (Skoda Fabia Evo). Al via anche il finlandese Emil Lindholm ed il paraguyano Zaldivar navigato dall’esperto Carlos Del Barrio (entrambi su Skoda Fabia Evo). Ci saranno poi i nostri Alberto Battistolli navigato da Simone Scattolin, Mauro Miele, Pablo Biolghini e Maurizio Morato (tutti su Skoda Fabia). Sono poi 7 i piloti sardi al via, tra loro ci sarà navigato da Francesco Fresu su una Peugeot 208 T16, Francesco Marrone, l’unico pilota ad aver partecipato a tutte le 18 edizioni della gara, mentre Giuseppe Dettori (Skoda Fabia R5) sarà in gara nel Campionato Italiano Terra. Giambattista Conti invece dopo diverse stagioni alla guida della Safety 2 affiancato dall’indimenticato Nicola Imperio, navigato da Marco Demontis parteciperà per la prima volta al mondiale su una Peugeot 208 Rally4. Al via poi anche Gallu-Salis (Peugeot 208 Rally4), Francesco Tali (Ford Fiesta MkII), Biancu-Pittalis e Liceri Mendola (Peugeot 208), Donadio-Luisotti (Citroen Ds3 R3T).

L’edizione 2021 del Rally Italia Sardegna, quinta manche del Campionato del Mondo rally, è in programma dal 3 al 6 giugno con base della manifestazione ad Olbia. La gara è composta da tre tappe e prevede un totale di 20 prove speciali per complessivi 303,10 cronometrati cronometrati.