Camunia Rally, è record di iscritti: 149. In gara anche il giovane Erik Cais

Nel fine settimana si disputerà la settima edizione della gara bresciana che vedrà al via ben 149 equipaggi: tra questi molti stranieri

camunia rally

Che i numeri del Camunia Rally sarebbero stati importanti lo si era capito già da un paio di settimane quando si erano raggiunti senza difficoltà i cento iscritti. Che però si sarebbe andati incontro ad una cifra “monstre” quello, francamente, non era immaginabile nemmeno dal miglior ottimista. Centoquarantanove – 149 – iscritti al Camunia sono sintomo di un settore in grande crescita, è vero, ma anche di una gara che, dopo lo stop forzato dal Covid del 2020, aveva lasciato molti concorrenti con l’acquolina in bocca visto un territorio da sempre fertile per il motorsport e ricco di strade che sembrano essere state disegnate apposta da un appassionato di auto da corsa.

Così, sul territorio della Vallecamonica, da sempre teatro di sfide importanti viste le prove del Rally 1000 Miglia, del celebre rally valevole per il Campionato 2 Litri o delle cronoscalate più ambite d’Europa, si daranno battaglia piloti di ogni dove; il tocco di internazionalità di questa edizione 2021 è evidente con i ben nove equipaggi stranieri tra i quali figurano nomi di spessore. Con il numero 1 infatti aprirà le danze il ceco Erik Cais, giovane 21enne che già lo scorso anno “saccheggiò” il bottino al Rally della Carnia, o i forti elvetici Mike Coppens e Kim Daldini, su tutti, o i due francesi Magnou, il primo, Christophe, al via con una S2000 mentre Francis con l’affascinante 306 Kit tanto amata dal pubblico. Come in altre gare dello stivale, verrà a correre il polacco Ilniki con la sua Citroen C2 R2.

Ma se questo è “solo” l’elemento di contorno, il resto della farcitura è di livello. Tra le 23 R5 presenti ci sono molti piloti in grado di puntare al successo: dal campione uscente Ilario Bondioni al giovane Mabellini, fresco vincitore del Prealpi Orobiche, dal sempreverde Ducoli all’ex crossista Dall’Era fino al varesino Spataro o ancora il friulano De Cecco; senza trascurare i valtellinesi Rainoldi e Varisto o il bresciano Niboli.

Anche nelle altre categorie ci sono nomi di rilievo: il siciliano Profeta comanda il plotone delle S1600 del quale fanno parte anche i forti Ronchi, Gianesini, Fradelizio, Pasquini e Cianfanelli; anche l’R3 non sarà una passeggiata: alle DS3 R3T di Rivaldi e Vittalini si contrapporranno le Clio aspirate di Cambiaghi, Lozza, Carminati, Bettoni, Uslenghi, Chiappa e Fiorenti. Non meno competizione annuncia la R2: i bresciani Trevisani, Dionisio e Mendeni utilizzeranno il nuovo modello turbo di casa Peugeot mentre la 208 aspirata sarà nelle mani del rientrante Farea, di Della Maddalena, del locale Panteghini o dell’ex calciatore professionista Ambrosio.

Spazio al trofeo monomarca Bmw denominato CFB2 Race Tech: Toscani, Croci, Costa, Spiga, Ardigò e Roveda si giocheranno la classe sulle 318.  In N3 Marini e Lino Mendeni si daranno battagli ma attenzione anche a Nussio, Albrigoni e Soldati. Un’altra classe numerosa è la N2; Ponchiardi è il favorito ma Formolli, Patt, Vaira e Paruscio non faranno certo le comparse.

Soddisfazione da parte degli organizzatori: “Non ci aspettavamo questi numeri da capogiro – affermano Giuseppe e Claudio Zagami – ma ne siamo contenti: questi dati sono la rappresentazione di un territorio che solo un anno fa era falcidiato dal virus ed ora vuole rialzare la testa. Ci aspetta una bella competizione”.

Sulle strade camune si correrà anche per l’R Italian Trophy, la Michelin Zone Rally Cup non che per la Coppa Rally di Zona dopo le tappe di Laghi e Rally delle Palme. Il Camunia sarà anche la seconda tappa del Trofeo Bmw Rally Cup 2021 promosso dalla CFB2 Racetech dopo l’esordio al Motors Rally Show di Pavia: a differenza degli scorsi anni il trofeo si snoderà su un unico girone da sei appuntamentiNel fine settimana si disputerà la settima edizione della gara bresciana che vedrà al via ben 149 equipaggi: Il rally si svolgerà sabato 15 e domenica 16 maggio; nel primo giorno si terranno due passaggi sulla PS Sisem di cui uno al buio, che porterà da Breno a Bienno. Domenica invece la contesa avverrà sulle PS Astrio e Valsaviore, anch’esse ripetute due volte.

Classifica CRZ Zona 2 (Top Ten) dopo due gare: Ferrarotti 15; Porro 12; De Tommaso 10; Biggi 9; Di Palma 8; “Galet” 7,5; Spataro e Brocchi 6; Baccega 5; Cianfanelli 4,5. Di questi, solo i piloti sottolineati saranno presenti al Camunia.