Lucky e Fabrizia Pons dominano il Rally Storico del Medio Adriatico. Poi Bianchini e Pelliccioni

Il vicentino si aggiudica la seconda gara del Campionato Italiano Rally Terra Storico 2021 e resta al comando Delle Quattro Ruote Motrici

lucky medio adriatico

Lucky e Fabrizia Pons

Luigi “Lucky” Battistolli, Fabrizia Pons e la Lancia Delta Integrale Gruppo A di 4°Raggruppamento conquistano il secondo round del Campionato Italiano Rally Terra Storico al 3° Rally Storico del Medio Adriatico. La gara della provincia di Macerata, organizzata da PRS Group, ha visto il successo dell’equipaggio della Key Sport, il migliore in otto dei nove passaggi sterrati in programma concludendo con il crono complessivo di 46’51.5 e la leadership nel Campionato Italiano 4 Ruote motrici.

Nella corsa per lo Storico Adriatico dominata dal vicentino, altri si sono saputi mettere in evidenza sugli sterrati dell’entroterra marchigiano. Primo fra tutti quello composto da Marco Bianchini e Giulia Paganoni. Sempre veloci, a bordo dell’altra Delta firmata Key Sport sempre alle spalle del suo “maestro” Lucky, i due si sono guadagnati il secondo posto assoluto centrando anche lo scratch sulla seconda prova della giornata. Nonostante un lungo sulla penultima prova gli abbia fatto perdere 49’’, Bianchini è riuscito a portare fino in fondo la seconda piazza assoluta a 1’26.1 da Lucky.

Soddisfazione finale e il terzo gradino del podio all’Adriatico per Bruno Pelliccioni e Roberto Selva. I portacolori della Scuderia Malatesta restano al comando dell’Italiano Due Ruote Motrici con la Ford Escort 2000 Gruppo 4 del III°Raggruppamento, nonostante siano stati messi a dura prova dalla rottura del cambio nel primo loop di prove.

Marco Bianchini e Giulia Paganoni

Bella prestazione quella di Bruno Bentivogli insieme al fidato Andrea Marco Cecchi. Gara costante per i due sulla ruggente Ford Sierra Cosworth di Gruppo N che li ha visti chiudere ai piedi del podio assoluto in quarta posizione, e nella speciale classifica delle Due Ruote Motrici solamente alle spalle di Pelliccioni-Selva. Una quarta piazza comunque combattuta con Roberto Galluzzi, bravo anche lui alla guida della Opel Corsa 1600 di 4°Raggruppamento sempre con Andrea Montagnani. Il toscano ha realizzato ottimi tempi e ha chiuso quinto assoluto e terzo tra le 2 Ruote Motrici.

Prestazione da incorniciare sugli sterrati delle Marche anche per Andrea Tonelli e Roberto Debbi con la Escort Rs della Movisport del III°Raggruppamento alla loro prima volta all’Adriatico e sesti assoluti. Settimo assoluto per Giovanni Muccioli navigato da De Marini con la BMW 320 che ottiene la vittoria nel Gruppo 2. Ottava piazza per Corrado Costa navigato da Domenico Mularoni con l’Opel Corsa Gsi 1600. Completano la top ten delle Auto Storiche al traguardo del 3°Rally Storico del Medio Adriatico due equipaggi sammarinesi Matteo Pelliccioni con Daniel Casadei su BMW 318 Is riuscito a trovare il feeling con le strade e con la BWM 318 is, seguito da  Stefano Pellegrini insieme a Marco Cavalli su Lancia Delta 16V,  terzo nella classifica riservata al Tricolore 4 Ruote Motrici davanti a Fabrizio Bacci– Andrea Niccolai con la Ford Sierra Cosworth 4X4.

IL #CIRTS 2021 | Sei gli appuntamenti lungo le strade bianche più interessanti del panorama nazionale per il CIRTS 2021. Dopo il 3°Rally Storico della Val d’Orcia a Radicofani e il 3° Rally Storico del Medio Adriatico (24-25 aprile), i protagonisti del Tricolore Terra Storico torneranno sempre in concomitanza con le vetture moderne, al Historic San Marino Rally (25-26 giugno). Poi seguiranno il Rally Città di Arezzo – Crete Senesi e Valtiberina (31 luglio – 1 agosto), il Rally Historicu Vermentino e la chiusura al 1°Rally Storico del Brunello (11 dicembre) sulla terra senese.

CLASSIFICA ASSOLUTA 3°RALLY STORICO MEDIO ADRIATICO: 1. LUCKY-PONS (Lancia Delta Integrale 16V) in 46’51.5; 2. BIANCHINI-PAGANONI (Lancia Delta Integrale 16V) a 1’26.1; 3. PELLICCIONI-SELVA (Ford Escort 2000) a 2’56.7; 4. BENTIVOGLI-CECCHI (Ford Sierra Cosworth) a 3’52.1; 5. GALLUZZI-MONTAGNANI (Opel Corsa) a 3’55.7; 6. TONELLI-DEBBI (Ford Escort Rs) a 4’14.7; 7. MUCCIOLI-DE MARINI (Bmw 320) a 4’28.2; 8. COSTA-MULARONI (Opel Corsa Gsi) a 5’00.6; 9. PELLICCIONI-CASADEI (Bmw 318Is) a 5’02.4; 10. PELLEGRINI-CAVALLI (Lancia Delta 16V) a 6’38.6.

Bruno Pelliccioni e Roberto Selva