I Trofei Tricolore e Open N5 sbarcano al Rally Adriatico. Gli equipaggi in corsa

L’avventura sportiva di N5 Italia torna sulla terra in occasione del Rally Adriatico in programma il 23-24 aprile sugli sterrati di Cingoli

Tricolore Open N5

Riccardo Rigo e Alessio Angeli - Foto Race&Motion

Dopo le tecniche ed insidiose prove speciali del Rallye Sanremo, che hanno accesso la sfida per il Trofeo Tricolore N5 e per il Trofeo Open N5, l’avventura sportiva di N5 Italia torna sulla terra in occasione del 28° Rally Adriatico in programma il 23-24 aprile sugli sterrati di Cingoli che terranno a battesimo anche il Campionato Italiano Rally Terra 2021. La sfida che si accenderà nella celebre gara marchigiana vedrà un confronto tra nomi nuovi e conferme nel panorama delle vetture N5 a dimostrazione di una formula che piace e che continua a coinvolgere piloti ed equipaggi differenti, affascinati dalla possibilità di correre con auto dalle medesime prestazioni, quattro ruote motrici, e con costi decisamente competitivi.

David Bizzozero, navigato da Denis Tosetto, sarà al debutto in questa categoria con la Volkswagen Polo gestita dalla Tecnica Bertino. Forte di una importante esperienza in R5, Bizzozero ha già partecipato anche lo scorso anno al rally organizzato da PRS Group ma questa sarà per lui un’importante prima volta. Torneranno della partita anche Riccardo Rigo ed Alessio Angeli con la Citroen DS3 della Power Brothers reduci dall’ottima prestazione ottenuta al Rally della Val d’Orcia che ha permesso loro di incamerare i primi punti per il Trofeo Open N5. Rigo sarà alla seconda gara in N5, comunque un vantaggio alla luce dei chilometri percorsi in toscana sulla terra.

Tornerà in N5 anche Filippo Epis, con Andrea Di Giusto alle note, al volante della Ford Fiesta gestita da Bianchi che ha ben figurato al 22° Rally delle Palme con Soppa. Anche per Epis, che ha già disputato l’Adriatico in tre occasioni ma sempre con vetture a trazione anteriore, sarà un interessante debutto, al netto di aver partecipato con questa stessa vettura anche al Tuscan Rewind dello scorso novembre.

La gara sarà concentrata nella giornata di sabato 24 aprile dopo lo shakedown in programma venerdì 23. Tre prove da ripetere per tre volte con la più lunga, “Dei Laghi” di circa 10 chilometri. La partenza avverrà nella prima mattinata di sabato dal parco assistenza di Jesi, mentre l’arrivo sarà dalle 18.30 nella scenografica Piazza Vittorio Emanuele II di Cingoli. Importante la copertura mediatica che coinvolgerà in primis il nuovo canale Aci Sport TV disponibile sul 228 di SKY. Previste copertura anche sul Digitale Terrestre con MS Sport, Sportitalia (CH 60) e RAI Sport (CH 58). Aci Sport trasmetterà inoltre più collegamenti streaming, che saranno ufficializzati a breve sul sito del Campionato Italiano Rally Terra, sulla pagina Facebook con dirette dalle prove speciali e non solo.