Rallye Sanremo, Craig Breen e Paul Nagle al comando dopo sette speciali. Si va verso il gran finale

Secondo giro sulle prove di San Bartolomeo, Colle d’Oggia e Vignai. L’irlandese passa in testa con la sua Hyundai i20 R5

sanremo craig breen

Craig Breen e Paul Nagle

Il 68esimo Rallye Sanremo entra nella fase clou della gara, il gran finale. Per quanto riguarda la gara dei big del Sanremo WRC nel secondo giro bis di scratch per Ott Tanak, sulle prove 5 e 6. Miglior tempo per il belga Thierry Neuville che rimane in testa con un vantaggio di 2,6 secondi. Ecco la cronaca delle speciali pomeridiane.

PS5 “San Bartolomeo 2”. La prova è di Basso-Granai in 6’50.7 davanti a Crugnola-Ometto a +0.2, Breen +0.7 con questo risultato Crugnola passa in testa. Nella lotta tricolore Junior Cogni incappa in una foratura mentre la prova viene vinta da Mattia Vita tra le Ford Fiesta Rally4. Nel Due Ruote Motrici ancora i fratelli Nucita che passa in testa con la Peugeot 208 Rally4 davanti a Lucchesi Jr, stessa vettura. Terzo Straffi setessa vettura.

PS6 “Colle d’Oggia 2” (7m89 km). Breen in 5’00.6 Crugnola +5.1 Andolfi + 5.2. Breen passa al comando mentre il veneto Giandomenico Basso ho forato, perdendo posizioni e quindi secondi prezioni nella classifica +48’’7 a questo punto finito in sesta posizione assoluta. Non molla vita nello Junior davanti ai compagni Casella e Cogni. E dopo questa speciale Vit a porta il suo vantaggio a 13’’7 da Casella. Nel CIR Due Ruote Motrici Nucita è ancora il più veloce.

PS7 “Vignai 2” (14,23 km). Basso segna lo scratch di 10’25.3 Breen +1.7, seguito dai bresciani Albertini-Fappani con la Skoda a +2.8. Quarto crono per Andolfi-Savoia sempre su Skoda Fabia R5. L’irlandese della Hyundai continua a comandare la classifica. Tra i protagonisti del CIR Sparco non entra in questa prova Luca Bottarelli insieme a Walter Pasini a causa della rottura dell’idroguida della loro Ford Fiesta. Nel frattempo procedono i protagonisti dello Junior dove Mattia Vita porta avanti un ottima gara. Buon secondo giro per Rachele Somaschini con Nicola Arena, con la Citroen C3 R5 meglio rispetto al primo di questa mattina. Dopo questa settima prova mancano solo i decisivi 20,75 chilometri della prova di 2 “Cesio-Carpasio”.

La classifica assoluta provvisoria è la seguente: 1.Breen (Hyundai I20 R5) in 45’54.1; 2.Crugnola (Hyundai I20 R5)+11.4 3.Andolfi (Skoda Fabia R5)+12.1 4.Albertini (Skoda Fabia R5)+26.1 5.Campedelli (VW Polo R5)+28.0 6.Basso (Skoda Fabia R5)+43.9 7.De Tommaso (Citroen C3 R5)+1.04.5 8.Ciuffi+1.06.3 9.Michelini (Skoda Fabia R5)+1.09.3 10.Lefebvre (Citroen C3 R5) +1.10.5