Rally Italia Sardegna, Dani Sordo comanda la classifica. Poi Suninen e Neuville

Lo spagnolo della Hyundai chiude in testa la prima giornata di gara. Problemi per il campione del mondo Ott Tanak

Rally Italia Sardegna

Dani Sordo e Carlos del Barrio - Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

É lo spagnolo Dani Sordo a comandare la classifica del Rally Italia Sardegna dopo la prima giornata. Lo spagnolo della Hyundai ha firmato il miglior tempo in quattro speciali su sei disputate. Ormai è chiaro che proverà a bissare il successo dello scorso anno.

Ha chiuso la prima tappa al secondo posto Teemu Suninen navigato da Jarmo Lehtinen, l’equipaggio finlandese che sulla Ford Fiesta WRC della M-Sport ha vinto il crono d’apertura ed è rimasto al comando fino alla speciale 3 con la vettura dell’ovale blu molto performante sulle curve lente della “Tempio Pausania”.

Lotta aperta per la terza posizione tra il belga Thierry Neuville, autore di due grandi prove nel giro pomeridiano, che gli hanno permesso di guadagnare due posizioni nei confronti di due piloti della Toyota: Sebastien Ogier e Elfyn Evans. In sesta posizione chiude l’altro alfiere di M-Sport Gus Greensmith, autore di un’ottima gara.

Notevole il passo fatto registrare da Pierre-Louis Loubet, anche lui a bordo di una Hyundai che si piazza davanti al campione del mondo Ott Tanak, che ha dovuto affrontare una prima giornata in terra sarda ancora una volta sfortunata. L’estone della Hyundai è tornato a volare dopo il Service in cui i meccanici hanno sistemato un “ignoto” guasto, che ha costretto Tanak a un ritardo di 1 minuto e 53 secondi dai primi, e che lo ha relegato in ottava posizione. Altro guasto misterioso per il giovane Kalle Rovanpera, che a bordo della Yaris accusa un ritardo di 2 minuti e 32 secondi. Chiude la top ten l’equipaggio Solberg-Johnston, primo nella classifica WRC3.

Pontus Tidemand comanda la classifica WRC2, dopo la foratura che ha rallentato Adrien Fourmaux (M-Sport). Nel WRC3, invece, comanda Oliver Solberg con la Skoda Fabia R5 Evo. Umberto Scandola, primo degli italiani, è 17esimo assoluto con la Hyundai i20 New Generation R5 del team Hyundai Rally Italia e sesto di classe.

Al comando della Junior WRC tra le Ford Fiesta Rally4 ha chiuso lo svedese Tom Kristensson, molto efficace nella condotta di gara e vincitore di 3 prove, seguito dal finlandese Sami Pajari. Sfortunati i piloti italiani con Marco Pollara tradito da un semiasse, il palermitano ripartirà domani, e Fabio Andolfi costretto allo stop da un malessere fisico.

Domani, la seconda giornata scatterà con la speciale 7, la “Monte Lerno 1” di 22,08 chilometri. La prima vettura, probabilmente la Ford Fiesta di Esapekka Lappi, entrerà in speciale alle 7.37.